di

La monotonia dei viaggi in utilitaria vi dà noia? Ora potete mettere le mani sulla Challenger II, un simpatico veicolo da record di velocità terrestre con 500CV e in grado di viaggiare a 725Km/h. Nulla di che. L'unica controindicazione è che il minimo errore alla guida potrebbe trasformarvi in cenere.

La Challenger II non è il veicolo più veloce di questa categoria, né il più potente. Anche perché stiamo parlando di un mezzo leggendario prodotto negli anni 60. Questo bolide è stato progettato da Mickey Thompson.

Si tratta, ad ogni modo, del veicolo con motore a pistoni più veloce ad essere battuto ad un'asta. Il Challenger II sarà venduto a gennaio. La storia del veicolo è decisamente travagliata, doveva permettere a Thompson di battere il record di velocità terrestre dell'epoca, e effettivamente i primi test facevano ben sperare. Peccato gli sponsor si ritirarono inaspettatamente costringendolo a mettere l'auto in naftalina.

Nel 1988 provò nuovamente a rimettere in sesto il veicolo con l'aiuto del figlio ma Thompson venne assassinato prima che riuscisse nell'impresa. Così il Challenger II è rimasto in un magazzino per oltre 30 anni.

L'anno scorso finalmente il veicolo venne testato in una prova di velocità sensazionale, riuscendo a toccare i 725Km/h. L'architettura del Challenger II è eccezionale: monta due V8 da 8.2L alimentati a nitrometano e metanolo, mentre il corpo è costituito da 68 pannelli di alluminio rifiniti a mano. Questa bestia sprigiona 5.000CV di potenza, ed è probabilmente il mezzo più impressionante di cui vi abbiamo parlato.

Mezzi come questi, per ovvie ragioni, sono estremamente pericolosi — e gli incidenti purtroppo non mancano.

FONTE: The Drive
Quanto è interessante?
3