di

Con l'avvento delle auto elettriche di ultima generazione abbiamo scoperto che questo tipo di propulsione riesce a garantire performance in accelerazione stratosferiche. L'assenza del cambio classico e l'erogazione istantanea della coppia le rendono imbattibili.

In questo campo la regina (quasi) incontrastata è la nuova Tesla Model S Plaid che può scattare da 0 a 96 km/h in meno di 2 secondi, e completare il quarto di miglio in tempi sbalorditivi, i quali la pongono davanti alle hypercar tradizionali. Ciò è possibile grazie all'impiego di tre possenti motori elettrici, che portano l'output a oltre 1.000 cavalli di potenza e a più di 1.400 Nm di coppia.

Negli scorsi mesi la Model S Plaid ha battuto una McLaren 720S modificata, una Lamborghini Aventador SVJ e pure la forzuta Suzuki Hayabusa. Ad oggi è estremamente difficile porre di fianco a lei una rivale all'altezza, ma il canale YouTube Tesla Plaid Channel ci ha appena proposto del materiale alquanto interessante.

La berlina premium di Palo Alto alcuni giorni fa ha dovuto vedersela con una Suzuki GSX-R1000 altamente potenziata. Nella sua versione di fabbrica va da 0 a 100 km/h in 2,5 secondi circa, e taglia il traguardo nel quarto di miglio in 10 secondi netti. Ovviamente senza i ritocchi non potrebbe competere con il bolide di Elon Musk, ma il bello è proprio scoprire l'incremento prestazionale dovuto ai ritocchi successivi alla produzione.

La prima gara ha visto trionfare nettamente la Model S Plaid, anche se in realtà la reazione del motociclista ha avvantaggiato leggermente la quattro ruote. Il secondo test invece è stato assolutamente alla pari al via, ma la moto ha pagato un decimo dopo pochi metri e se l'è portato dietro fino alla bandiera a scacchi. Il focus delle prove era sull'ottavo di miglio, e da parte nostra avremmo preferito uno scontro più tradizionale.

Avviandoci a concludere senza allontanarci dalla casa automobilistica californiana vogliamo riportare una notizia che non farà particolarmente felici i possibili acquirenti: il prezzo delle Tesla aumenta ancora, e stavolta il rincaro ha coinvolto tutti i modelli. E' probabile che le problematiche logistiche e la scarsità globale di semiconduttori abbia influito sulla decisione del marchio.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
1