In arrivo le corsie a guida autonoma: aiuteranno il progresso?

In arrivo le corsie a guida autonoma: aiuteranno il progresso?
di

Tesla si sta avviando su un sentiero fatto di guida autonoma e propulsione elettrica. La seconda strada, propedeutica alla prima, in realtà è già percorsa da tempo, ma la prima è una prospettiva futura non troppo distante.

Difatti la compagnia di Elon Musk sta già preparando il software da implementare sulle proprie vettura, in modo tale da poter lanciare entro fine anno il servizio denominato "Robotaxi". In pratica si tratta di una vastissima flotta di veicoli, circa 1 milione, i quali cominceranno a trasportare le persone in giro per gli Stati Uniti senza la necessità di un conducente in carne ed ossa.

L'ultima novità, che potrebbe servire ad accelerare i tempi, deriva direttamente dallo Stato del Michigan, che di recente ha annunciato un piano per la creazione di strade con corsie dedicate esclusivamente ai veicoli a guida autonoma. Nel corso dei prossimi 24 mesi, uno studio andrà a esplorare le varie possibilità per aiutare la pianificazione di un "corridoio" di 64 chilometri, il quale collegherà il centro di Detroit ad Ann Arbor.

Ovviamente a rendere possibile tutto questo arriveranno in soccorso una serie di sensori e processori atti ad analizzare l'area circostante a ogni veicolo per prevedere e quindi rispondere agli stimoli ambientali. Non pare essere lontana quindi l'era nella quali file lunghissime di veicoli freneranno e accelereranno all'unisono come nei film di fantascienza più spinti.

In chiusura, restando presso la casa automobilistica californiana, vi rimandiamo agli ultimi rumor sulle imminenti Roadster e Cybertruck: a quanto pare, per mantenere le promesse fatte da Elon Musk riguardo le vettura, bisognerà integrare tecnologie rivoluzionarie per i pacchi batteria.

FONTE: teslarati
Quanto è interessante?
2