di

Aptera Motors è una compagnia automobilistica fondata nel 2005 e poi riavviata nel 2019 in seguito ad una campagna di raccolta fondi utile alla ricollocazione del progetto. Adesso il brand si è concentrato sullo sviluppo e sulla produzione di veicoli elettrici a energia solare, e alcune ore fa sono arrivati interessanti aggiornamenti sui lavori.

Tempo fa il brand aveva condiviso col pubblico la versione finale della Aptera Sol con tanto di prezzo indicativo e dettagli, ma nel corso della giornata di ieri il team ha voluto presentare un'altra variante particolarmente interessante: la Aptera Luna.

Come potete notare voi stessi dal video in alto, la chiara ispirazione al satellite naturale terrestre si palesa attraverso una verniciatura esterna argentata e tonalità più terrene per quanto concerne l'abitacolo. La Aptera Sol invece puntava tutto sul bianco, ma la Aptera Luna ci tiene a suggestionare con fascinazioni inerenti l'esplorazione spaziale e l'innovazione tecnologica.

"Luna si ispira al blu della notte e alle tonalità argentate della luna...rappresentando stabilità e purezza estetica, Luna è stata progettata per coloro che amano il semplice lusso tecnologico, il quale si muove dietro le quinte e presenta una interfaccia intuitiva." Così Jason Hill di Aptera Motors ha commentato la peculiare autovettura.

La compagnia ha poi aggiunto che il reveal della Aptera Luna segna la fine della fase Alpha dello sviluppo, per cui in questo momento ci siamo ulteriormente avvicinati alla produzione in serie della macchina coi pannelli fotovoltaici. A proposito di questi ultimi, il brand ci tiene a sottolineare che serviranno a rendere la Aptera "il più efficiente mezzo di trasporto sulla faccia della terra." Secondo i primi test, anche in fase Alpha l'auto non deve mai essere caricata da chi la usa esclusivamente durante il giorno e per spostamenti non troppo prolungati: il sole può fornire più di 64 chilometri di autonomia nelle ore diurne alla versione Premium.

Quest'ultima garantisce un range massimo di 1.600 chilometri grazie ad un pacco batteria da 100 kWh, ricaricabile con presa standard a 100 V, i quali si traducono in 21 chilometri in un'ora. Utilizzando invece un caricatore rapido a corrente diretta si possono immettere 800 chilometri di autonomia nello stesso lasso di tempo.

A proposito di mezzi di trasporto ad energia solare vogliamo chiudere rimandandovi ad un modello piuttosto promettente, sia a livello tecnico che in termini economici: la Sono Sion costerà meno di 25000 euro.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
2