Ansia da ricarica falso problema: chi guida un'elettrica non ce l'ha più dopo 18 mesi

Ansia da ricarica falso problema: chi guida un'elettrica non ce l'ha più dopo 18 mesi
di

Oltre ai costi elevati e alle preoccupazioni legate all'esperienza di ricarica, l'ansia da autonomia rappresenta una delle maggiori preoccupazioni per coloro che stanno considerando l'acquisto di un veicolo elettrico. Tuttavia, secondo uno studio di Recurrent Auto, pare che questa ansia diminuisca nel tempo.

L'indagine ha coinvolto 17.000 proprietari di auto elettriche, con il 78% di essi che ha riportato una diminuzione di questo "stress da autonomia" man mano che guidano e imparano di più sulla propria auto. Al contrario, il 76% dei futuri acquirenti di veicoli elettrici ha dichiarato preoccupazioni riguardo all'autonomia, mentre il 59% dei conducenti attuali di veicoli elettrici non ha segnalato alcuna ansia.

È interessante notare che coloro che utilizzano veicoli elettrici per percorrere lunghe distanze tendono a sperimentare una maggiore ansia da autonomia rispetto a coloro che li usano per viaggi più brevi. Un dato senz'altro comprensibile, considerando che le lunghe distanze richiedono una maggiore pianificazione riguardo alla disponibilità di colonnine lungo il percorso.

L'ansia da autonomia potrebbe quindi essere considerata una preoccupazione iniziale che tende a diminuire man mano che i conducenti si abituano al proprio veicolo elettrico e alle relative esigenze di ricarica, tant'è che in Europa il 98% degli acquirenti di auto elettriche non tronerebbe indietro. Questo suggerisce che l'esperienza pratica può contribuire a dissipare le preoccupazioni iniziali e rendere più accettabile l'utilizzo quotidiano di veicoli elettrici.

Infine citiamo un recente studio che afferma che il processo di transizione di massa ai veicoli elettrici, in vista degli obbiettivi di pareggio delle emissioni entro il 2030 (Net Zero), starebbe procedendo meglio del previsto.