Anno orribile per i mezzi pesanti: calano autocarri e semirimorchi pesanti

Anno orribile per i mezzi pesanti: calano autocarri e semirimorchi pesanti
di

A luglio il mercato degli autocarri ha registrato una forte contrazione su base annuale, confermando un trend diffuso per tutto il 2019: stanno venendo rilasciati sempre meno nuovi libretti di circolazione per nuovi autocarri.

Il mese scorso hanno ripreso un po' di ossigeno rimorchi e semirimorchi pesanti —parliamo dei veicoli con massa a pieno carico superiore a 3.500kg— che guadagnano il 5%: 120 nuovi rimorchi (-3,2%) e 1.009 semirimorchi (+6,1%).

Ma il trend dall'inizio del 2019 è negativo, questi i dati per il periodo che va da gennaio a luglio con un calo diffuso rispetto allo stesso periodo del 2018:

  • Autocarri: 15.659 libretti di circolazione di nuovi autocarri (-3,1%)
  • Rimorchi e semirimorchi pesanti: 938 rimorchi + 8.900 semirimorchi (-5,7%)

La nota positiva è che stanno prendendo piede le soluzioni più ecologiche per il traffico pesante, con gli autocarri a gas che toccano il 6.8% del mercato, mentre le vendite degli autocarri a metano e a GNL raggiungono rispettivamente il 56,5% e 40%.

Merito anche delle ultime aperture di nuovi impianti GNL, che ora in Italia sono 48. Più 10 dall'inizio dell'anno.

La Lombardia su quest'ultimo fronte si sta mostrano particolarmente attiva, grazie ad un investimento da 2 milioni di euro per la realizzazione di 12 nuovi impianti. Così si riduce l'impatto del trasporto pesante su gomma sulla qualità dell'aria.

FONTE: Ansa
Quanto è interessante?
2