Amazon detiene il 20 percento di Rivian: la compagnia si avvicina all'IPO

Amazon detiene il 20 percento di Rivian: la compagnia si avvicina all'IPO
INFORMAZIONI SCHEDA
di

L'accordo tra Amazon è Rivian per la fornitura di centinaia di migliaia di furgoni per le consegne è noto da tempo. La casa automobilistica americana sta aiutando il colosso dell'e-commerce ad elettrificare il parco veicoli proprietario in un'ottica di sostenibilità, ma adesso sono emersi nuovi dettagli sulla sinergia.

Nel corso della giornata di ieri si è scoperto che Amazon detiene il 20 percento delle azioni di Rivian. A quanto pare l'investimento risale allo scorso 30 settembre, quando il brand ha dato fiducia al progetto di Rivian Automotive attraverso l'iniezione di ben 3,8 miliardi di dollari.

Negli ultimi giorni la quotazione in borsa delle azioni Amazon ha subito un forte crollo verticale pari al 5 percento subito dopo l'annuncio, ma il titolo sembra essere già in ripresa. Rivian in effetti potrebbe rappresentare un rivale importante per Tesla nel campo dei veicoli completamente elettrici, e i 10,5 miliardi di dollari raccolti raccolti attraverso gli investitori parlano da soli. La compagnia insegue una valutazione di 80 miliardi di dollari per l'imminente IPO: un obbiettivo ambizioso, ma non impossibile.

In questo scenario bisogna però inserire una problematica non da poco. Lo sviluppo dei modelli proprietari ha richiesto molto più tempo del previsto, e dove gli introiti sono ancora prossimi allo zero, le spese in ricerca e sviluppo appaiono gigantesche. Rivian ha comunicato perdite per 1,28 miliardi di dollari a causa del via alla produzione del pickup R1T. A bilanciare il tutto d'altra parte ci pensa proprio l'accordo con Amazon, che frutterà alla società 1,3 miliardi di dollari in un paio di anni.

A proposito della enorme collaborazione, Rivian sta producendo i primi furgoni elettrici per Amazon con l'intento di renderne operativi a centinaia entro la fine di quest'anno. Per il 2022 i ritmi sono destinati ad accelerare, ed è molto probabile che il marchio vada a costruire nuovi stabilimenti per mantenere il trend incrementale.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
3