Questa è l'Alpine Ravage: un pezzo unico ispirato alla A110 da rally

Questa è l'Alpine Ravage: un pezzo unico ispirato alla A110 da rally
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La Renault Alpine A110 originale nacque nel 1961 sotto forma di berlinetta sportiva, costruita da Alpine utilizzando molti pezzi in comune con le vetture Renault, a partire proprio dal propulsore. Divenne famosa per le sue ottime prestazioni, specialmente nei rally, dove vinse tanto grazie alle sue doti dinamiche dovute al peso molto ridotto.

La A110 riuscì a vincere il primo Rally di Montecarlo, uno dei più difficili e insidiosi per le condizioni molto diverse tra una tappa e l’altra, e nella sua carriera portò a casa tanti altri trofei. Con l’arrivo della nuova Alpine A110, nel 2017, la casa francese ha poi deciso di rientrare nel mondo dei rally due anni più tardi nella classe GT. Questa configurazione è stata presa come ispirazione per la creazione della versione Ravage che vedete in quest’articolo.

La vettura si basa sulla A110 Premiere Edition, e a differenza della versione da corsa, non è stata toccata a livello motoristico, ma solamente estetico e dinamico. Il motore rimane il 4 cilindri turbo da 1.8 litri in grado di esprimere 250 cavalli e 320 Nm di coppia sulle ruote posteriori, quanto basta per farla scattare da 0-100 km/h in 4,5 secondi, con una velocità massima di 250 km/h.

Non è scontato che la vettura possa comunque subire modifiche al propulsore, che con faciiltà potrebbe raggiungere i 320 cavalli, avvicinandosi alle specifiche della versione da corsa, contando su un telaio comunque in grado di sopportare l’incremento di potenza grazie alle modifiche apportate.

L’auto infatti è stata allargata e ha ricevuto numerosi miglioramenti estetici che non hanno comunque inficiato il peso, che rimane il medesimo della versione standard. Il segreto è stato l’utilizzo di materiali nobili come la fibra di carbonio e l’alluminio per ridisegnare i passaruota e i paraurti. In particolare il posteriore, degno di nota perché lascia intravedere l’impianto di scarico e parti della meccanica, come succedeva sulle Gruppo B o sulla Lancia 037 (a tal proposito vi consigliamo di vedere cosa ha in mente Kimera Automobili per la sportiva Lancia).

Presente anche un nuovo set di cerchi da 18 pollici creati su misura e forgiati in tre pezzi, ispirati alle Gotti che venivano montate sulle Alpine originali destinate ai rally. La ciliegina sulla torta sono i quattro paraspruzzi rossi dal gusto dannatamente rallystico, che fanno contrasto col il blu scuro metallizzato della carrozzeria. Sull’anteriore è stata installata la fanaleria supplementare marchiata Cibié e gruppi ottici gialli. Infine lo spazio extra guadagnato con l’allargamento del corpo vettura è servito per calzare pneumatici Michelin Cup 2 con una larghezza di 225 mm all’anteriore e 265 mm al posteriore.

Le modifiche hanno richiesto una spesa quantificabile in circa 115,000 euro, e come detto in apertura si tratta di un pezzo unico, ma la casa madre ha dichiarato che se la domanda fosse sufficiente, prenderebbe in considerazione la possibilità di produrla in un’edizione limitata di pochi esemplari. Nel frattempo vi invitiamo a consultare anche la Alpine GTA, uno studio personale del designer Arseny Kostromin.

FONTE: Evo Uk
Quanto è interessante?
1
Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110Alpine A110