Le Alfa Romeo hanno la stessa qualità delle tedesche, lo dice il CEO del brand

Le Alfa Romeo hanno la stessa qualità delle tedesche, lo dice il CEO del brand
di

Il CEO di Alfa Romeo, Jean-Philippe Imparato, sostiene che i modelli del brand italiano abbiano lo stesso livello di qualità rispetto alle controparti tedesche. Il nuovo dirigente della casa di Milano ne è assolutamente convinto.

A chi non dovesse conoscere Imparato possiamo dire che è un vero veterano all'interno della compagnia, per cui la scelta del CEO di Stellantis Carlos Tavares di renderlo amministratore delegato non ha sorpreso proprio nessuno. Il suo obiettivo attuale è certamente quello di ridurre i costi operativi, e a quanto pare la strategia si è già ripercossa sulla nuova sede globale, la quale si è rimpicciolita molto rispetto alla precedente.

A ogni modo, in una recente intervista per il portale specializzato Auto News, il dirigente ha ribadito la sua passione per Alfa Romeo ponendo il marchio sullo stesso livello delle tedesche. Adesso però Imparato vuole pareggiare i brand rivali riguardo i valori residuali:"Desidero che i nostri valori residuali si avvicinino a quelli della concorrenza in tre o quattro anni." Per far ciò, Alfa dovrà far di tutto per evitare la "svendita" dei suoi prodotti. "Non voglio più vedere vetture a chilometri zero dappertutto, e lo stesso vale per le manovre di import/export."

Per il futuro Alfa Romeo sta puntando a raggiungere un mix del 45 percento di vendite private, del 45 percento di vendite per flotte aziendali e del 10 percento di vendite dirette. Sotto la gestione Marchionne il produttore toccò quota 400.000 veicoli venduti annualmente, ma al 2019/2020 le consegne sono scese ampiamente sotto le 70.000 unità. A quanto pare Imparato non renderà pubblici i numeri sugli esemplari venduti come si faceva in precedenza, ma proverà comunque a lavorare dietro le quinte per incrementare nettamente le cifre.

"Non farò promesse che non posso mantenere. Alla fine di ogni anno presenteremo il piano per l'anno seguente." Insomma, si tratta di una vera e propria strategia "step-by-step" attraverso la quale traghettare il successo commerciale di Alfa Romeo ai fasti di un tempo.

Al momento il brand ha in programma la presentazione ufficiale dell'attesissimo SUV compatto che risponderà al nome di Tonale, anche se un cambio sostanziale dell'architettura ha comportato sensibili ritardi nella tabella di marcia (probabilmente ha coinvolto anche il piccolo crossover Brennero). Più avanti si proverà ad elettrificare massicciamente la gamma di veicoli proprietari, ma in tal senso non abbiamo ancora una roadmap ufficiale.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1