Alfa Romeo fa marcia indietro, addio alla strategia dell'elettrificazione totale

Alfa Romeo fa marcia indietro, addio alla strategia dell'elettrificazione totale
di

Di recente Alfa Romeo avrebbe annullato lo sviluppo di un paio di vetture sportive a due porte (compresa la 4C), per concentrarsi sui SUV e crossover, i quali sono più redditizi. Oltre a questi ripensamenti a quanto pare ce ne sarebbero altri in arrivo.

La casa automobilistica italiana aveva fatto ipotizzare una direzione a senso unico verso il sentiero dell'elettrificazione su larga scala ma, seppur non avendolo completamente eliminato, ne ha di sicuro offuscato i bordi, ridimensionando le aspettative.

Il marchio del Gruppo FCA (recentemente fusosi con PSA) ha bisogno di auto elettriche, soprattutto per contrastare le rivali tedesche e giapponese, le quali si approprieranno altrimenti di quote di mercato difficilmente recuperabili. E non è l'unico motivo, un altro è rappresentato dalla necessità di mettersi in regola con le nuove normative green dei governi nazionali. Inizialmente infatti era prevista l'elettrificazione di sei modelli dei sette a disposizione, ma la roadmap dei veicoli aggiornata rimuove due macchine plug-in sulle quattro già previste, e si tratta delle due non ancora mostrate al pubblico.

Quindi, con il ritiro dal mercato della 4C avvenuto pochi giorni fa, la gamma Alfa Romeo consta attualmente la Giulia, il crossover Stelvio, e la Giulietta per il mercato europeo. Quest'ultima ci lascerà nel corso del prossimo anno, compiendone ben 10, e lasciandoci pertanto con le sole Giulia e Stelvio a rappresentare la casa automobilistica milanese. In arrivo sono però due nuovi crossover: il primo è il Tonale, apparso tramite alcune immagini sul web non molti giorni fa, e incarnerà la prima vettura plug-in hybrid della storia di Alfa Romeo. Il secondo non è ancora stato presentato, e non giungerà a breve sul mercato.

Allo stato attuale delle cose Giulia e Stelvio non arriveranno quindi in versione ibrida, ma Alfa Romeo non è nuova a ripensamenti e stravolgimenti dei piani. Mike Manley, CEO di FCA, ha lanciato qualche suggerimento tramite una sua intervista per Automotive News, rivelando modifiche alla piattaforma Giorgio, che sarà in grado di ospitare powertrain alternativi:"Abbiamo cambiato le sospensioni. Abbiamo aggiornato tutta l'architettura elettrica in modo tale da ospitare più facilmente l'infotainment di prossima generazione con feature di alta tecnologia molto, molto interessanti."

Per concludere vi riportiamo il ritorno Europa delle mitiche Alfa Romeo B.A.T. 5-7-9, date un'occhiata alla notizia, può valere sicuramente la pena.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
2