Alfa Romeo in mano a un alfista: chi è il nuovo CEO Jean Philippe Imparato

Alfa Romeo in mano a un alfista: chi è il nuovo CEO Jean Philippe Imparato
di

Uno scudo che cela centodieci anni di successi, sui circuiti e sul mercato, e centinaia di modelli fantastici, dalla Giulia del 2016 alla RL del 1922. Parliamo di Alfa Romeo, il suo (ennesimo) rilancio è ora nelle mani di Stellantis, e più precisamente in quelle del CEO Jean Philippe Imparato.

Grazie alla testata Automotive News Europe oggi sappiamo di più sulla passione che lega il dirigente francese al marchio del Biscione, elemento che giocherà un ruolo chiave nel futuro del brand. Imparato ha lasciato Peugeot per la "piccola" Alfa Romeo per “motivi personali, mosso dalla passione e da ragioni famigliari”. Una scelta di cuore dovuta alle origini italiane e al dolce ricordo dell'Alfa Giulia 1300 che il padre guidava negli anni '60 o dell'Alfetta 2000 che acquistò successivamente. Alfa Romeo lo lega anche alla moglie, la quale acquistò come prima auto un'Alfasud.

L'amore verso le Alfa classiche plasmerà concretamente i futuri modelli del brand: “Quando entravi in un'Alfa 1750 GT l'abitacolo ti diceva che eri seduto su di un'Alfa. Voglio reinterpretare per il futuro il linguaggio stilistico del passato”, ha dichiarato Imparato. Ad occuparsi del delicato compito è stato chiamato Alejandro Mesonero-Romanos, ex responsabile del design di Seat e Renault.

Il rilancio sarà un percorso oculato, come dimostra la nuova sede globale del marchio, solo 200 metri quadrati all'interno dell'ex Centro Stile Fiat di Torino. “Siamo parsimoniosi e attenti ad ogni euro che spendiamo”, ha detto Imparato. Insomma, una sfida alla volta crescendo sempre più, un modus operandi in pieno stile Tavares.

Attualmente Alfa Romeo è rimasta sul mercato con soltanto due modelli: Giulia e Stelvio. Il SUV compatto Tonale sarà fondamentale per risollevare le vendite. Imparato ha già fatto parlare di sé a riguardo, sembra che il rinvio a giugno 2022 sia dovuto ad una sua decisione: avrebbe chiesto ai progettisti di rendere il Tonale "più Alfa", dotandolo di prestazioni migliori.

Nel resto dell'intervista Jean Philippe Imparato ha parlato dell'attuale qualità Alfa Romeo, paragonandola alle tedesche, e della sua strategia per acciuffare la concorrenza nei prossimi anni. (nella copertina Alfa Romeo Giulia 1750 GT Am)

Quanto è interessante?
3