La nuova Alfa Romeo Giulietta la rivogliamo proprio così

La nuova Alfa Romeo Giulietta la rivogliamo proprio così
di

Come potrebbe apparire una ipotetica nuova Alfa Romeo Giulietta? A rispondere a questa domanda ci ha pensato Mirko Del Prete, noto designer del web che attraverso la sua pagina Instagram MDP Automotive pubblica le sue innumerevoli creazioni.

L'ultima ha il marchio del Biscione sul cofano ed una reinterpretazione della berlina compatta sportiva di Alfa Romeo che ha terminato la sua produzione nel 2020. Ad oggi non sembrerebbe esservi traccia nei piani futuri di Imparato della nuova Giulietta, visto che il prossimo step sarà l'Alfa Romeo B-SUV che uscirà nel 2024 e che è stata vittima di un clamoroso leak poche settimane fa.

Dopo di che spazio ai rinnovati modelli di Giulia, Stelvio e Tonale, confermando quindi la strategia basata su berline e SUV di varie dimensioni. In ogni caso MDP Automotive ha voluto ridisegnare la Giulietta con forme moderne, in collaborazione con Vizcom, e il risultato lo trovate qui sopra.

La linea è sportivissima e soprattutto “schiacciata” verso il basso, con un cofano extra large e un lunotto posteriore dalle dimensioni assolutamente ridotte. Bellissimo il frontale con i fari “minacciosi”, stretti e allungati, la classica calandra a piramide rovesciata con al centro il logo di Alfa Romeo, e a completare il tutto un paraurti sagomato con due vistose prese d'aria.

Davvero riuscito anche il posteriore, con una firma luminosa in stile Tonale a tutta lunghezza, oltre alla scritta “Giulietta” in bella mostra in centro, sotto al logo di Arese. A completare il tutto uno spoiler non vistoso, due tubi di scarico, quasi a voler testimoniare che si tratti di una versione termica e non elettrica, e un bel paraurti posteriore.

Chissà che Arese non possa buttare un occhio a questa realizzazione che a nostro avviso appare ben riuscita, e che potrebbe incontrare il gradimento del pubblico. Del resto l'ultima Giulietta ha venduto circa 450mila auto in dieci anni, numeri interessanti che potrebbero essere ripetuti anche con una nuova versione, magari presente anche full electric.

Prima di congedarci vi lasciamo all'ultima realizzazione di MDP sempre in casa Biscione, leggasi la versione moderna dell'Alfa Romeo GT: davvero splendida.