E se Alfa Romeo creasse una nuova MiTo? Ecco come potrebbe essere

E se Alfa Romeo creasse una nuova MiTo? Ecco come potrebbe essere
di

In casa Alfa Romeo c’è parecchio fermento: il prossimo 10 aprile verrà presentata la nuova Alfa Romeo Milano (qui i modelli Alfa Romeo in uscita da qui al 2028), i fan però continuano a sognare il ritorno della MiTo. Ecco come potrebbe essere in salsa compatta.

Alfa Romeo è dunque pronta a lanciare, accanto alla Giulia, alla Stelvio, alla Tonale e alla 33 stradale, un nuovo modello il 10 aprile. Denominato Alfa Romeo Milano, si tratta di un B-SUV compatto dal design completamente nuovo destinato a essere, con un po’ di fantasia il successore diretto della MiTo a tre porte, nonché erede della Giulietta per via delle dimensioni. In realtà non sarà altro che l’evoluzione (stilistica) della Jeep Avenger già uscita sul mercato, motivo per cui i fan più incalliti di Alfa Romeo continuano a sognare modelli che - per ora - non vedranno la luce.

A tal proposito c’è chi ha sentito la necessità di dare forma a questi sogni, come ad esempio l’artista Tommaso D'Amico, noto su YouTube e su altre piattaforme social con il nickname tda_automotive. D’Amico ha di recente condiviso progetti intriganti come il pick-up Alfa Romeo Vulcano, il revival della Thema GTS della Lancia e il ritorno (digitale) della Fiat 124 Spider. Ora l’artista è tornato con un nuovo concept dedicato al mondo Alfa Romeo, in particolare con una MiTo di nuova generazione. Questa nuova versione si presenta con 5 porte ed elementi di design all’avanguardia, come un gruppo ottico posteriore a LED a tutta larghezza. Sono presenti anche elementi sportivi, come le ruote a cinque razze "a rivoltella", rifinite in nero lucido, dietro le quali si stagliano pinze dei freni blu con lo script bianco di Alfa Romeo.

Nell’abitacolo viene introdotto uno stile vintage con tre quadranti rotondi per il cruscotto, anche se tutti digitali. Inoltre, il grande touchscreen centrale è posizionato in alto sul cruscotto, mentre al di sotto sono presenti quadranti tondi e pulsanti che richiamano lo stile degli anni '90. La leva del cambio però è, ovviamente, in stile moderno, mentre il doppio scarico evoca tempi che in realtà stanno scomparendo in favore dell’elettricità. Vi piacerebbe una MiTo così?

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi
Alfa RomeoAlfa RomeoAlfa Romeo