Alcol e incidenti: revoca della patente solo dopo sentenza penale

Alcol e incidenti: revoca della patente solo dopo sentenza penale
di

La Corte di Cassazione ha appena pubblicato una sentenza che farà certamente discutere, a proposito della revoca della patente in caso di incidente stradale causato guidando in stato di ebrezza.

La sentenza n. 13508/19 dice chiaramente che la revoca della patente per chiunque guidi in stato di ebrezza e causi un incidente (che secondo il nostro codice ha una durata complessiva di 3 anni) debba avvenire nel momento in cui “la sentenza penale di condanna è passata in giudicato”, non più dalla data dell’incidente.

Secondo la Corte, il provvedimento di revoca non esiste “prima che il Giudice Penale lo pronunci”, di conseguenza il suo procedimento di applicazione da parte dell’autorità amministrativa competente “non può iniziare prima che la sentenza penale sia passata in giudicato”.

La questione è nata poiché un cittadino si era rivolto al Giudice di Pace lamentando la decorrenza della revoca della sua patente da parte del Commissariato fissata il giorno della notifica, il 5 settembre 2014, e non da quello del sinistro, avvenuto il 15 dicembre 2013. La Suprema Corte ha invece, con la sentenza di oggi, dato ragione al Commissariato, inserendo di fatto un nuovo termine. La speranza è che con le nuove regole UE, le quali introdurranno gli etilometri a bordo delle auto, non si verifichino più incidenti stradali per colpa dell’alcol - o almeno questa è l’utopia.

FONTE: ANSA
Quanto è interessante?
3