Anche gli agenti fuori servizio possono multare gli automobilisti: la sentenza

Anche gli agenti fuori servizio possono multare gli automobilisti: la sentenza
di

Cosa può fare un agente di Polizia quando è libero dal servizio, pensando al Codice della Strada? Beh diverse cose, secondo quanto stabilito dalla Corte di Cassazione sez. II Civile, ordinanza 14 febbraio - 29 settembre 2020, n. 20529, in base a eventi accaduti nell’aprile del 2010 e al successivo iter giudiziario.

La Corte ha stabilito che un agente di Polizia fuori servizio che viaggia su un’auto privata può in ogni caso intimare l’alt, sia facendo uso di distintivo che di fischietto, o di segnale manuale o luminoso. Successivamente può contestare oralmente eventuali violazioni del Codice a un trasgressore e redarre il verbale in un secondo momento.

Ma cos’è successo nell’aprile del 2010? All’epoca un agente di Polizia di Frontiera, in divisa ma libero dal servizio e a bordo di una vettura di proprietà, aveva affiancato e fermato un’auto che aveva effettuato diversi sorpassi in curva e in corrispondenza di dossi dove era presente la doppia linea continua.

I verbali di quell’occasione sono stati redatti due giorni dopo il fatto, motivo per cui l’automobilista fermato aveva opposto resistenza alle sanzioni presso il Giudice di Pace di Mestre. Ci sono voluti 10 anni ma, dopo che il guidatore ha perso in primo e in secondo grado, è arrivata ora la decisione definitiva della Corte di Cassazione, che diventa anche un interessante precedente.

Sempre a proposito di auto e sanzioni, vi ricordiamo che poco tempo fa una vettura è stata fotografata dall’autovelox a 240 km/h sull’autostrada A5, mentre negli USA il conducente di una Model S è stato pizzicato dormiente mentre Autopilot guidava da solo.

FONTE: ANSA
Quanto è interessante?
1