Addio a Subaru BRZ e Toyota GT86: nuova generazione arriverà nel 2021

Addio a Subaru BRZ e Toyota GT86: nuova generazione arriverà nel 2021
INFORMAZIONI SCHEDA
di

È giunto il momento, la Subaru BRZ non è più in produzione e si suppone che la notizia riguardi anche la vettura gemella, la Toyota GT86; entrambe le auto sono in produzione dal 2012.

Il messaggio sul sito ufficiale giapponese Subaru è eloquente ed è un classico di quando la costruzione di una vettura cessa: “Non accettiamo più ordini personalizzati per il modello selezionato. Gli ordini possono essere accettati solo per le auto in concessionario.” 86 e BRZ sono le sopravvissute di una stirpe che occupa una nicchia sempre più ristretta di mercato: le sportive con (relativamente) pochi cavalli, trazione posteriore e progettazione esclusivamente pensata al piacere di guida. Seppur apprezzata da molti appassionati anche la “Toyobaru” ha vissuto momenti di difficoltà, le vendite non sono mai decollate e hanno costretto i due colossi ad annullare le versioni Spider e berlina. La piccola sportiva è dotata di un 4 cilindri 2 litri da 200 CV di potenza massima e 205 Nm di coppia, cifre sufficienti per farla accelerare da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi e per farle raggiungere 228 km/h di velocità massima.

La fine della produzione di 86/BRZ nell’impianto di Gunma, Giappone, è solo una pausa temporanea dalle piccole sportive per Toyota. Le voci di corridoio, unite alle dichiarazioni dei manager dell’azienda giapponese, confermano l’arrivo della seconda generazione per il 2021. Si chiamerà GR86 e avrà un 2,4 litri turbo da 252 CV, anziché aspirato, e pianale Toyota, anziché Subaru come nella prima generazione.

Una notizia che rende meno amaro lo stop produttivo e che purtroppo non si è verificata nel caso della simile Abarth 124 Spider.

Quanto è interessante?
2