INFORMAZIONI SCHEDA
di

Oltre che per gli efficienti motori elettrici, Tesla è famosa anche per il suo avanzato software di bordo arrivato alla versione V10, sempre connesso grazie a un modulo 4G integrato. Una connessione a internet che il produttore americano ha sempre regalato ai suoi utenti, la festa è però finita e da ora bisognerà pagare un abbonamento.

Tesla più volte ci ha abituato ad avere dei servizi gratuiti all'entrata nel suo mondo, pensiamo ai Supercharger con ricariche illimitate, altra promozione poi decaduta col tempo. Ora tocca alla connessione internet: per sfruttarla ci vorranno 120 euro all'anno, in pratica 10 euro al mese, ma cosa otteniamo esattamente con questa cifra?

Ce lo spiega per filo e per segno lo youtuber Matteo Valenza, grande esperto del mondo Tesla e fiero possessore di una Model 3 Performance. Qualcuno che potrà conservare l'abbonamento gratis in realtà esiste, parliamo di chi ha ordinato una Model S, Model X, Model Y e Model 3 prima del 30 giugno 2018, che avrà Premium Connectivity (così si chiama il servizio) incluso per tutto il ciclo vitale dell'auto.

Chi invece ha acquistato un modello dopo il 30 giugno 2018 dovrà abbonarsi. Prima di lasciarvi al video vi ricordiamo velocemente che Premium Connectivity comprende il servizio di mappa satellitare, la visualizzazione del traffico, il "Caraoke", lo streaming video, browser internet, lo streaming audio e Spotify Premium (esatto, Spotify senza pubblicità e illimitato, che vale però sullo a bordo della Tesla). Pensate che il servizio Tesla di connessione h24 valga i 120 euro all'anno che costa?

Quanto è interessante?
2