Oltre 500.000 sessioni Smart Summon con il software Tesla V10, la NHTSA però indaga

Oltre 500.000 sessioni Smart Summon con il software Tesla V10, la NHTSA però indaga
di

Una delle principali novità del software Tesla V10 è certamente Smart Summon, la funzione che ci permette - in modo alquanto fantascientifico - di richiamare la Tesla Model 3 con lo smartphone in un raggio di 45 metri. Ma quanto è sicura questa particolare modalità?

Le prime ore dopo il rilascio worldwide dell'aggiornamento sono state molto delicate, con utenti che hanno provato Smart Summon con estremo successo (come questa famiglia che si è fatta raggiungere all'asciutto durante un nubifragio), altri che hanno avuto qualche problema e chi invece - geni assoluti - ne ha approfittato per strappare qualche risata al mondo del web.

Ebbene su Twitter Elon Musk ha diffuso un po' di dati ufficiali in merito all'utilizzo reale di Smart Summon: oltre 550.000 sessioni nei primissimi giorni, il che sancisce l'assoluto successo della funzione. Come dicevamo però non sono mancati diversi danni e urti, motivo per cui la NHTSA americana - che si occupa proprio di sicurezza stradale - ha chiesto delucidazioni a Tesla in merito.

La compagnia non avrebbe ancora risposto, tuttavia nelle note ufficiali del software V10 c'è scritto: "Il proprietario dell'auto rimane responsabile della propria vettura e di ciò che la circonda, tutto il tempo, poiché il software potrebbe non vedere qualche ostacolo. In particolare fate molta attenzione alle persone che si muovono velocemente, alle biciclette e alle altre auto in movimento".

Ricordiamo che con Smart Summon l'auto si muove finché teniamo premuto il tasto dedicato sull'app dello smartphone, appena questo viene rilasciato la vettura si blocca immediatamente, è dunque responsabilità di ogni conducente fare attenzione alle manovre delle Tesla, che potrebbero ancora essere acerbe in questo periodo... vedremo in ogni caso cosa dirà la NHTSA in merito.

FONTE: Electrek
Quanto è interessante?
2