A 300 km/h in superstrada con la action cam accesa: il video lo fa arrestare

A 300 km/h in superstrada con la action cam accesa: il video lo fa arrestare
di

Probabilmente nessuno più di chi frequenta queste pagine apprezza l'ebrezza della velocità, la soddisfazione di spingere un mezzo a quattro o due ruote ai suoi limiti per puro piacere personale. Sono sensazioni però che andrebbero provate in pista, non sulle strade pubbliche, dove un centauro indiano ha sfiorato i 300 km/h.

Anche il Paese dell'Asia Meridionale è stato fortemente colpito dal COVID-19 e molte strade sono rimaste semi deserte, qualcuno ha così pensato di sfruttare il lockdown per lanciarsi a 300 km/h sulle normali strade.

Non è la prima notizia di questo tipo che riportiamo, anche negli USA e in Canada le polizie locali hanno avuto problemi con gare clandestine legate al Coronavirus, singoli spericolati e quant'altro. In questo caso abbiamo una Yamaha M1 che ha sfiorato i 300 km/h (298 km/h per l'esattezza) su una superstrada vuota, "un'impresa" registrata con tanto di action camera posizionata appena sopra il manubrio, fra sorpassi pericolosi e avventati.

Ulteriore pessima idea quella di filmare tutto, il video infatti è poi diventato virale sui social network e la Polizia si è subito messa sulle tracce dello spericolato e irresponsabile centauro. Una volta individuato, l'uomo è stato fermato e la moto sequestrata, provare l'ebbrezza dei 300 km/h mettendo a rischio la propria e altrui incolumità su strada forse non è valso la pena...

Quanto è interessante?
1