24 Ore di Le Mans 2021: doppietta Toyota, Ferrari regina del GTE

24 Ore di Le Mans 2021: doppietta Toyota, Ferrari regina del GTE
di

Si è appena conclusa l'89a edizione della 24 Ore di Le Mans, la prima del nuovo corso regolamentare. E tutto va come deve andare: Toyota sale per la quarta volta di fila sul gradino più alto del podio, la vittoria va alla alla GR010 Hybrid numero 7 di Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López.

A due giri di distanza la numero 8 di Sébastien Buemi/Kazuki Nakajima/Brendon Hartley. Toyota ha dominato la categoria Hypercar ma non è stata una gara priva di grattacapi: entrambe le vetture di Gazoo Racing hanno riportato noie col carburante e la numero 8 durante l'ultima parte di gara ha lamentato problemi alla trasmissione. Bene anche le altre hypercar, tutte a traguardo. La Alpine A480-Gibson di André Negrão/Nicolas Lapierre/Matthieu Vaxiviere giunge terza dopo una battaglia con la Glickenhaus #709, particolarmente accesa all'ottava ora dopo un errore in pista della francese.

Hanno dato spettacolo le LMP2, protagoniste di una lunga serie di incidenti durante l'acquazzone delle prime ore. La pista si è poi asciugata rapidamente; le nuvole hanno vegliato minacciosamente il Circuit de la Sarthe fino agli ultimi giri. La vittoria della categoria cadetta è andata alla Oreca 07 #31 del Team WRT (Robin Frijns/Ferdinand Habsburg/Charles Milesi), tallonata a meno di un secondo dalla Oreca di Jota #28. Un finale da cardiopalma che raramente si vede in un'endurance. Questo successo per WRT ha un retrogusto amaro, dannatamente amaro: la loro Oreca 07 #41, guidata anche da Robert Kubica, si è fermata ad un solo giro dal termine dopo aver dominato la gara!

Brillante primo posto per AF Corse nella classe GTE Pro: Alessandro Pier Guidi, James Calado e Côme Ledogar hanno reso vincente la Ferrari 488 GTE Evo #51. Per tutto l'arco della gara è stata dura battaglia con la Chevrolet Corvette C8.R #63 ufficiale di Antonio Garcia/Jordan Taylor/Nicky Catsburg. Soddisfazione Ferrari anche nella classe GTE Am, terreno dei gentleman driver, conquistata dalla Ferrari 488 GTE EVO #83 di François Perrodo/Nicklas Nielsen/Alessio Rovera.

Va fatto infine un plauso alla Scuderia Cameron Glickenhaus - alla loro prima Le Mans e con un'auto ancora acerba - riuscita ad arrivare in fondo con entrambe le 007, mostrando un ritmo gara davvero niente male. Se il buongiorno si vede dal mattino... (immagine copertina: ACO)

Quanto è interessante?
1