Nel 2019 3mila morti a causa degli incidenti stradali, nel 2020 numeri in calo

Nel 2019 3mila morti a causa degli incidenti stradali, nel 2020 numeri in calo
di

L’Aci, come di consueto, ha diffuso i dati relativi agli incidenti stradali riportati sui sinistri stradali nello scorso anno. Complessivamente, nel 2019 sulle strade italiane sono stati registrati 172.183 incidenti con lesioni a persone, a fronte di 3.173 decessi e 241.384 feriti.

La media giornaliera è di 472 incidenti, 9 morti e 661 feriti sulle strade. Nel 2020 la situazione è stata diversa, a causa del lockdown di quasi tre mesi imposto dal Governo, che ha confinato le persone a casa e fatto crollare i dati, con punte di -80% per alcuni mesi. A Settembre 2020 c’è stata una riduzione dell’incidentalità e mortalità di circa il 30%, il che non può che rappresentare una buona notizia.

Nel 2020, però, in 43 province il numero di morti è aumentato rispetto allo scorso anno. Si tratta di Venezia (+20), Modena e Forlì-Cesena (+18), mentre a livello regionali l’incremento maggiore è stato in Emilia-Romagna (+36) e Veneto (+25), con la Campania che segue a ruota a +17.

Il rovescio della medaglia è rappresentato da Genova (-45 morti), Roma e Firenze (-22), Sondrio (-16) ed il sud della Sardegna (-15). Sempre su base regionale, sono sette le regioni che hanno riportato una diminuzione dei decessi Liguria (-60), Lombardia (-45), Lazio (-43), Sardegna (-34), Toscana (-30), Calabria (-23) e Piemonte (-19).

Cinque province italiane hanno raggiunto l’obiettivo EU 2020 relativo al calo dell’indice di mortalità del 23%, si tratta di Aosta, Barletta-Andria-Trani, Grosseto, Pordenone e Sondrio, mentre in 11 il calo è stato addirittura del 40%.

Quanto è interessante?
2