di

Supercar Blondie è una delle più famose appassionate di auto, e ci ha da poco deliziato con una interessante compilation delle 10 auto Concept più particolari del 2019.

Si parte con la Mercedes Vision GT, una supercar assolutamente lucente e guidata da Ben Affleck nel suo film nei panni di Batman. Dispone di un motore V8 biturbo da 5,5 litri e capace di 577 cavalli di potenza ed è basata parzialmente sulla Mercedes-AMG GT.

Il secondo veicolo del video è l'Audi AI:Trail Quattro. Di questo fuoristrada vi avevamo già parlato, ma vi diciamo comunque che è mosso da motori elettrici, possiede dei droni che illuminano la strada davanti a voi ed ha tutta l'aria di essere inarrestabile.

In seguito appare la Peugeot e-Legend (petizione online per la serializzazione). Ispirata alla Peugeot 504 del 1968 possiede un'autonomia di 600 chilometri e scatta da 0 a 100 km/h in 4 secondi. Le sue portiere si aprono a sfioramento ed è completamente autonoma, infatti il volante può scomparire all'interno della plancia.

La quinta auto è tra le più peculiari. Stiamo parlando della DS X E-Tense la quale possiede 1360 cavalli e tre sedute asimmetriche. La sua estetica è sicuramente polarizzante, infatti la presenza del contrasto tra colori sgargianti come il rosso e alcune tonalità di blue può sicuramente stuccare.

Segue poi la Lamborghini Terzo Millennio, una hypercar degna del Cavaliere Oscuro e in grado di incarnare il futuro elettrico secondo la casa automobilistica italiana. La caratteristica più importante risiede però nella capacità della carrozzeria in carbonio di auto-ripararsi.

La Bentley EXP 100 GT ci porta nel 2035 secondo il marchio inglese. I fari anteriori vengono sostituiti da 6.000 LED e l'accesso al veicolo è estremamente comodo grazie all'immensa portiere ad apertura automatica. Dal video potete ammirare la quantità di lusso inserita nell'abitacolo.

L'elemento più bizzarro della Rolls-Royce Vision 103EX è invece la proiezione sul terreno di un tappeto rosso digitale, che accoglie i passeggeri come fossero star di Hollywood. Anche gli interni sono molto ospitali, e sono dominati da materiali di qualità come la seta.

Il futuro secondo BMW è espresso dalla Vision Next 100. La macchina si fa notare per i suoi passaruote mobili e gli pneumatici totalmente coperti dalla carrozzeria. Per selezionare la guida totalmente autonoma basta poi pigiare sul logo del brand al centro del volante per consentire a quest'ultimo di scomparire all'interno della plancia.

Passiamo poi alla Mercedes WQ Silver Arrow. Si tratta di una monoposto estremamente slanciata, la quale accoglie il guidatore dall'alto e garantisce 400 chilometri di autonomia. Spiccano particolarmente i cerchi, composti da 168 sottilissimi raggi.

Infine troviamo la sinuosa Renault Trezor. Anch'essa permette l'accesso all'abitacolo dall'alto e integra tecnologie prese direttamente dal Team di Formula E. L'illuminazione esterna è gestita da laser mobili in fibra ottica ma ciò che la contraddistingue è la texture a esagoni sul cofano, i quali ruotando si aprono per lasciare entrare l'aria che raffredda le componenti interne.

Quanto è interessante?
3