Tra 10 anni i taxi voleranno: ecco il bolide che si librerà sui cieli di Tokyo

Tra 10 anni i taxi voleranno: ecco il bolide che si librerà sui cieli di Tokyo
di

Il mondo della mobilità, dopo decenni di vera e propria stagnazione, sta andando a spron battuto verso una rivoluzione senza precedenti. Se da una parte si viaggia in direzione della micro-mobilità composta da monopattini elettrici e mezzi simili, dall'altra paiono aprirsi nuovi spazi aerei da colmare.

Gli esempi da questo punto di vista si sprecano. Volocopter, prodotto sviluppato da una neonata startup, ha infatti già convinto Daimler delle proprie doti beccandosi ingenti investimenti. Stiamo parlando di un taxi elettrico volante in fase di sviluppo avanzato, il quale ha lo scopo di trasportare i cittadini al di sopra degli ingorghi urbani per consentire loro di attraversare le metropoli in pochissimi minuti.

Chiaramente, le società che hanno pensato di investire in questo nuovo settore sono molte, e tra queste spicca adesso anche SkyDrive, che ha tutta l'intenzione di riempire i cieli di Tokyo di droni carichi di passeggeri. Il velivolo è stato denominato SkyDrive SD-XX, e al momento è ancora nello stadio di prototipo, ma i lavori procedono incessantemente.

Per velocizzare ulteriormente lo sviluppo sono intervenuti colossi come Panasonic, Toyota, Fujitsu e altri attori dell'hi-tech tramite sensibili iniezioni di denaro. In questo preciso momento la previsione è quella di far volare l'SD-XX entro il 2023 e di ottenere tutte le certificazioni giapponesi entro lo stesso anno:"Il Giappone è stato un leader nell'industria manifatturiera ma non nel settore dell'aviazione. La mobilità aerea urbana sotto forma di taxi volanti ha molte somiglianze con le automobili che circolano sulle strade. La nostra modalità di trasporto in futuro verrà utilizzata su base giornaliera." Queste sono state le parole di Tomohiro Fukuzawa, CEO di SkyDrive, concesse per Robb Report.

Passando alle prime specifiche preliminari dell'SD-XX, vi diciamo che può raggiungere i 500 metri di quota e può spostarsi a 100 km/h per 20 chilometri prima di dover ricevere una ricarica. Nel caso in cui si voglia limitare la velocità a 50 km/h, sarà possibile gestire un'autonomia di 33 chilometri.

Per chiudere restando in tema vi consigliamo di dare un'occhiata ad una analisi circa le gare tra bolidi volanti: anche se la pandemia di coronavirus ha posticipato i primi test, queste potrebbero non essere così lontane.

FONTE: ansa
Quanto è interessante?
5