Volkswagen sempre più elettrica: nel 2022 16 fabbriche dedicate ai veicoli green

Volkswagen da il via a un piano industriale che nei prossimi anni porterà a un netto aumento nella produzione di vetture elettriche.

speciale Volkswagen sempre più elettrica: nel 2022 16 fabbriche dedicate ai veicoli green
Articolo a cura di

La rivoluzione elettrica di Volkswagen è pronta a partire. I progetti del gruppo tedesco erano noti da tempo, ma con le dichiarazioni di queste ore la casa di Wolfsburg dimostra di voler puntare sempre più su questo settore. Entro il 2022, sedici fabbriche verranno dedicate alla produzione di veicoli elettrici, una forza produttiva enorme, nonostante questo tipo di vetture macinino ancora numeri ristretti in confronto alle motorizzazioni a benzina e diesel. Volkswagen però non vuole farsi trovare impreparata nei confronti di una domanda che continua a salire, e che nei prossimi anni diventerà sempre più centrale per le strategie del gruppo.

Sempre più elettrico

Allo stato attuale, Volkswagen utilizza tre fabbriche per la produzione di auto elettriche. Un numero ristretto in confronto agli stabilimenti impiegati nella realizzazione di vetture tradizionali, ma destinato a crescere esponenzialmente da qui al 2022. In tutto saranno sedici le fabbriche che saranno adibite alla realizzazione di vetture green, un numero enorme per gli standard attuali, che testimonia la volontà del gruppo di voler puntare forte in questo segmento di mercato. Anche se il 2022 può sembrare lontano, il CEO di VW, Matthias Müller, ha precisato che già entro i prossimi due anni si aggiungeranno, alle fabbriche già attive, altri nove impianti. L'azienda afferma dal 2019 ci sarà "Un nuovo modello elettrico ogni mese", una scelta che potrebbe trasformare profondamente l'attuale parco auto della casa tedesca, almeno per quanto riguarda i propulsori impiegati. Per supportare questa crescita esponenziale nella produzione, VW ha già stretto partnership con diversi produttori di batterie in Cina e in Europa, investendo ben 20 miliardi di euro per garantirsi un approvvigionamento costante di questo importante elemento. Il mercato delle batterie crescerà enormemente nei prossimi anni, e gli ultimi arrivati rischiano di rimanere a bocca asciutta, visto che le capacità produttive non sono infinite.
Grazie a questa mossa, entro il 2025 la gamma Volkswagen potrà contare su ottanta nuovi modelli elettrici, senza però mettere da parte le motorizzazioni tradizionali: "Stiamo facendo investimenti importanti per la mobilità di domani, ma senza trascurare le tecnologie e i modelli attuali che continueranno a ricoprire un ruolo importante nei prossimi decenni. Investiremo circa 20 miliardi di euro in veicoli convenzionali, che raggiungeranno i 90 miliardi nei prossimi 5 anni".

L'abbandono dei motori benzina e diesel non è ancora all'orizzonte quindi, con l'elettrico che si affiancherà a proposte più tradizionali nel prossimo futuro. Un futuro in cui saranno importanti anche altri elementi, come la guida autonoma, ma che vede ormai nella propulsione elettrica l'elemento centrale per una rivoluzione che cambierà per sempre il settore.