Ufficiale la Volkswagen ID.3, una rivoluzione a meno di 30.000 euro

Al Salone di Francoforte è stata ufficialmente presentata al mondo la Volkswagen ID.3 nella sua versione finale: scopriamo design e caratteristiche.

speciale Ufficiale la Volkswagen ID.3, una rivoluzione a meno di 30.000 euro
Articolo a cura di

Se c'è un'azienda automotive che a oggi crede fortemente nello switch elettrico, al di là di Tesla che è nata appositamente per la creazione di EV, è senza alcun dubbio Volkswagen, che dopo diversi esperimenti come la e-Golf e la e-up! ha annunciato - ormai qualche anno fa - la creazione di un'intera famiglia di veicoli 100% elettrici, ingegnerizzati da zero, in impianti riconvertiti totalmente in Germania: la famiglia ID.
Oggi questa grande famiglia diventa reale, tangibile, con la "terza auto più importante" della storia del marchio tedesco, la Volkswagen ID.3. La scorsa primavera siamo volati a Berlino per vedere la vettura su un piedistallo, senza possibilità di entrarvi e con una livrea camouflage che ancora celava le vere forme. Al Salone di Francoforte 2019 la ID.3 si è finalmente svelata nella sua forma finale, di produzione, confermando tutte le caratteristiche snocciolate negli ultimi mesi. Andiamo dunque a scoprire la vettura che promette di cambiare il mercato elettrico, soprattutto in Europa.

Bi-colore e minimalismo (ma non eccessivo)

Esternamente, la Volkswagen ID.3 seriale non si allontana molto dai prototipi "futuristici" visti in precedenza, la carrozzeria inoltre è letteralmente "spezzata in due", con la parte inferiore che è letteralmente un'esplosione di colore mentre i vetri e il tetto spezzano il tutto con un elegante nero e inserti argentati. La vera rivoluzione sembra però arrivare nell'abitacolo, dove troviamo una plancia pulita e minimale (ma non troppo), con uno schermo centrale ampio e ben visibile, un volante multifunzione e un piccolo e funzionale virtual cockpit.
Estremamente pulito il tunnel centrale, praticamente privo di eventuali pulsanti ed elementi di disturbo. Volkswagen si è poi affidata ai classici specchietti retrovisori, evitando di inseguire la Honda E che già dal prossimo anno offrirà al suo pubblico retrocamere digitali. Se dal punto di vista delle prestazioni l'intera gamma ID.3 offre la medesima potenza, parliamo di un singolo motore da 150 kW e 310 Nm di coppia subito disponibile, le differenze stanno tutte nel pacco batterie e dunque nell'autonomia massima.

La versione "Entry Level", che Volkswagen vuole vendere al di sotto dei 30.000 euro, offrirà fino a 330 km WLTP grazie a una batteria da 45 kWh. La ID.3 intermedia, con batteria da 58 kWh, offrirà invece fino a 420 km WLTP - questa è inoltre l'autonomia della ID.3 1st Edition, l'unica al momento ordinabile. Al top della gamma troviamo poi una variante con batteria da 77 kWh e un range fino a 550 km WLTP. In 30 minuti la Volkswagen ID.3 ricarica la bellezza di 290 km usando colonnine Fast Charge con 100 kW di output.

La guerra dei 30.000 euro

Parlando della tecnologia a bordo, la versione base della ID.3 1st promette un sistema di navigazione integrato, la radio digitale DAB+, sedili e volante riscaldati, un cavo di ricarica di Tipo 2 e cerchi da 18 pollici.
La ID.3 1st Plus aggiunge la retrocamera, l'Adptive Cruise Control e il sistema keyless Kessy Advanced - per l'apertura delle porte e l'avvio. Nell'abitacolo si trova poi una console centrale con due porte USB-C e luci ambientali, mentre all'esterno abbiamo fari Matrix LED e cerchi da 19 pollici. La versione top gamma della vettura avrà anche un head-up display con informazioni in realtà aumentata, un impianto audio Beats, un tetto panoramico e cerchi da 20 pollici, oltre a sistemi di assistenza come l'Emergency Assist, il sistema per il cambio di corsia, la ricarica wireless per lo smartphone e sedili migliorati.
Ciò che manca perché la guerra con il resto della concorrenza possa davvero iniziare sono effettivamente i prezzi esatti per l'Italia, nel frattempo invece è stato confermato il costo dell'attesa Honda E, che sarà una delle principali concorrenti della ID.3: con la variante base si parte da 35.500 euro, con motore da 100 kW e 220 km di autonomia.

Questo significa che se davvero la ID.3 si mantiene al di sotto dei 30.000 euro, con un motore più potente della Honda e un'autonomia maggiore, il marchio tedesco potrebbe partire con un vantaggio non indifferente. Del resto i "piani di conquista" di Volkswagen rispetto al mercato elettrico non sono certo un segreto, sarà davvero una lotta senza quartiere - con le auto tradizionali che rischiano di sopperire sotto il fuoco incrociato. Ma questo lo sapremo solo nel corso dei prossimi 12-18 mesi.