Ufficiale la Tesla Model Y, crossover 7 posti da 39.000 dollari

Elon Musk ha presentato a Los Angeles la nuova Tesla Model Y, crossover che somiglia alla Model 3 ma offre fino a 7 posti e 540 km di autonomia.

speciale Ufficiale la Tesla Model Y, crossover 7 posti da 39.000 dollari
Articolo a cura di

Chi si aspettava una rivoluzione radicale, probabilmente resterà un tantino deluso dalla nuova Tesla Model Y, quarta vettura della società americana che Elon Musk ha presentato questa notte a Los Angeles. Eppure parliamo di un veicolo estremamente interessante, di una Model 3 più grande, spaziosa e "muscolosa", perfetta per chi non vuole scomodare la più impegnativa Model X.
Model 3 e Model Y condividono il 75% degli elementi, la seconda è però il 10% più grande della sorella più "anziana", capace di offrire fino a 1840 litri di carico.
Secondo il nuovo standard WLTP, dovrebbe inoltre fornire da 390 a 540 km di autonomia a seconda della versione scelta. Il modello base costerà (a partire da) 39.000 dollari, solo 4.000 in più rispetto alla Model 3, bisognerà però aspettare il 2021. Le versioni superiori saranno invece disponibili dal 2020 a partire da 51.000 dollari.

L'arte del crossover

Parliamo a tutti gli effetti di un Crossover, che dunque va a colmare lo "spazio vuoto" proprio fra la Model 3 e la più grande Model X. Il suo punto di forza, come abbiamo visto, è lo spazio, non a caso Model Y può trasportare fino a 7 passeggeri senza compromettere le prestazioni: l'accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in appena 3,7 secondi nella variante Performance, grazie ai due motori indipendenti (uno anteriore, uno posteriore) controllati digitalmente, capaci di mantenere un grande controllo della trazione in qualsiasi condizione, fango e off-road compresi.

Nonostante i suoi 540 km di autonomia stimati nella variante top di gamma, secondo Musk la migliore autonomia elettrica per un veicolo di questa categoria sul mercato, i tempi di ricarica sono ridotti all'osso grazie ai nuovi Supercharger V3.0, che ogni 15 minuti caricano 270 km di autonomia. Se esternamente il frontale è rimasto praticamente identico alla Model 3, è il resto della vettura a esser diventato più voluminoso, pur conservando un aspetto aerodinamico con posteriore ribassato; internamente invece le similitudini con la berlina sono lampanti, con il ritorno prepotente dello schermo centrale da 15 pollici utile a controllare qualsiasi aspetto della vettura.
Attorno al sistema di infotainment le linee sono alquanto minimali, con una plancia asettica, un largo bracciolo e uno sterzo multifunzione, senza altri tasti o grandi elementi di disturbo. È rimasto anche l'ampio tetto in vetro presente sulla Model 3, che garantisce una maggiore protezione dai raggi UV.

Tre modelli più uno

Entriamo ora nel dettaglio dei vari modelli disponibili, che saranno quattro da qui al 2021. L'ultimo ad arrivare sarà lo Standard Range, con un'autonomia stimata di 390 km, trazione posteriore, cerchi da 18 o 19 pollici, 193 km/h di velocità massima, 0-100 in 6,3 secondi e fino a 7 posti (caratteristica, quest'ultima, comune a tutta la gamma). La variante Long Range sarà invece disponibile con trazione posteriore (RWD), velocità massima da 209 km/h, 540 km di autonomia e accelerazione 0-100 in 5,8 secondi, oppure All-Wheel Drive (AWD) con doppio motore, 217 km/h di top speed, 505 km di autonomia; entrambe montano cerchi da 18 o 19 pollici.

Chi mira ad avere prestazioni più elevate avrà poi a disposizione l'immancabile versione Performance, con accelerazione 0-100 possibile in 3,7 secondi, 241 km/h di velocità massima, 480 km di autonomia, cerchi performance da 20 pollici e Dual Motor All-Wheel Drive. Long Range e Performance saranno disponibili dall'autunno 2020, con prezzi a partire da 51.000 dollari (che dal prossimo anno dovrebbero scendere a 47.000), mentre la versione Standard arriverà nella primavera del 2021 con prezzi a partire da 39.000 dollari. Tutte le Model Y supportano ovviamente Autopilot come optional.