Tesla Model 3 vs Chevrolet Bolt vs Nissan LEAF: sfida tra auto elettriche di fascia media

La presentazione del nuovo modello di Tesla ha acceso i riflettori sul mercato delle auto elettriche di fascia media, segmento che vede già delle proposte molto interessanti, come la nuova Nissan LEAF e la prossima Chevrolet Bolt.

speciale Tesla Model 3 vs Chevrolet Bolt vs Nissan LEAF: sfida tra auto elettriche di fascia media
Articolo a cura di

Pur essendo ancora un segmento di nicchia, il mercato delle auto elettriche continua il suo processo di sviluppo, sia a livello mondiale sia a livello europeo. Nel nostro continente le vendite di veicoli elettrici nello scorso anno hanno fatto segnare un incremento del 47,8% rispetto al 2014, lo 0,61% dell'intero mercato. Segnali molto interessanti arrivano da paesi come la Norvegia dove il 22,8% delle vetture immatricolate nel 2015 ha a bordo un'alimentazione di tipo elettrica. Anche in Italia le vendite di modelli a batteria hanno fatto segnare un buon incremento, pari al 31,5% rispetto al 2014, ma continuano a rimanere molto lontane dai numeri degli altri paesi europei visto che la quota delle elettriche rappresenta solo lo 0,1% delle vendite totali. In particolare le immatricolazioni nel 2015 sono state di 1.450 unità, con la classifica dei modelli più venduti guidata dalla Nissan LEAF.
Una vettura venduta ad un prezzo base di 23.910 euro, appartenente quindi alla fascia media del mercato; un segmento che si arricchirà presto di altre proposte interessanti come la Chevrolet Bolt, monovolume con 320 chilometri di autonomia che andrà direttamente a sfidare la Model 3 di Tesla. Scopriamo, quindi, tutti i dettagli di queste auto che stanno già riscuotendo l'interesse dei consumatori e che saranno, anche in futuro, tra i maggiori protagonisti di questo mercato.

Tesla Model 3, una promessa che si avvererà solo alla fine del 2017

Il lancio della Model 3 ha avuto un enorme successo con più di 325000 pre-ordini in pochi giorni, una vettura che ha attirato l'attenzione del grande pubblico sul segmento delle auto elettriche di fascia media, mercato che nei prossimi anni diverrà sempre più grande. Per il momento non è stato svelato moltissimo sulla Model 3, si tratta di un'auto che può ospitare comodamente 5 adulti, con un'autonomia massima dichiarata di 346 km e che va da 0 a 96 Km/h in meno di 6 secondi.
La Model 3 ha già a bordo tutto l'hardware necessario per supportare l'evoluta piattaforma di guida semiautonoma Tesla Autopilot, che molto probabilmente verrà offerta in optional, potendo, inoltre, anche accedere alla rete di ricarica veloce SuperCharger. Dal punto di vista estetico, la nuova proposta del costruttore americano si contraddistingue per un sapiente mix di eleganza e modernità, con una sinuosa fiancata ed un inedito frontale. Gli interni, dallo stile minimalista, sono caratterizzati dall'enorme touchscreen al centro del cruscotto, questa volta però con orientamento orizzontale ed una dimensione di 15 pollici, leggermente ridotta rispetto agli altri modelli Tesla. Per il guidatore, invece, ci sarà probabilmente una strumentazione che sfrutterà la tecnologia HUD, con i dati dell'auto proiettati direttamente sul parabrezza.
La vettura vista alla presentazione sarà, probabilmente, differente da quella di serie in diversi dettagli, potrebbe infatti essere eliminato il tetto interamente in vetro e modificato l'abitacolo. Il processo di sviluppo della vettura è ancora in corso e sarà necessario attendere la fine del 2017 per le prime consegne, con i primi modelli in arrivo in Europa solo nel 2018. Ricordiamo che questa vettura verrà offerta in USA ad un prezzo di circa 35000 dollari più le tasse, che si tradurranno in almeno 40000 Euro nel nostro continente.

Nissan LEAF: l'elettrica di fascia media già nelle concessionarie

Per chi non vuole attendere la Model 3 sono già disponibili sul mercato una serie di interessanti proposte, vetture che ancora non possono offrire la stessa autonomia della piccola Tesla, ma comunque in grado di soddisfare le necessità di un'ampia fetta di utenti. La Nissan LEAF (acronimo per Leading, Environmentally friendly, Affordable, Family car) è sicuramente una tra le proposte più interessanti in questo mercato, vettura al vertice della classifica delle auto elettriche più vendute in Italia nel 2015 e già disponibile nelle concessionarie ad un prezzo base di 23.910 euro.
Introdotta dalla Nissan in Giappone e Stati Uniti nel dicembre 2010 e con oltre 200.000 unità al suo attivo in più di cinque anni di produzione, la LEAF arriva ora alla sua terza generazione. La novità principale in questa vettura giapponese è legata all'aumento dell'autonomia, ora tra i 125 e i 200 km, secondo Nissan, grazie alla presenza della nuova batteria da 30 kWh, che introduce carbonio, azoto e magnesio negli elettrodi ed utilizza una nuova disposizione delle celle. Autonomia che dipende da numerosi fattori e che nell'uso reale può anche ridursi sensibilmente: secondo le analisi EPA si arriva, infatti, a 187 km in città e 153 km in autostrada.
Batteria che è possibile collegare ad una normale presa di casa, o in alternativa, alle varie colonnine pubbliche in continuo ampliamento nelle nostre città. Ricordiamo che questa vettura è anche dotata di un sistema di ricarica rapida che consente di arrivare all'80% della carica in 30 minuti. La vettura, lunga 4445 millimetri e con il pacco batterie sistemato in basso, pesa 1970 chili ed è dotata di interni ampi e confortevoli, con un bagagliaio da 370 litri. Fin dalla sua presentazione, il suo design è stato apprezzato per la sua modernità, con il frontale caratterizzato da una forma a V e linee studiate per ridurre al minimo il coefficiente di resistenza aerodinamica. Sulla nuova LEAF debutta anche il nuovo sistema di infotainment NissanConnect EV con un'inedita interfaccia grafica, un display da 7 pollici e ricevitore radio digitale. Questa nuova piattaforma consente al proprietario della LEAF di interagire a distanza con la propria vettura tramite un'apposita app che permette di controllare varie funzioni, come lo stato di carica e la funzione di pre-riscaldamento dell'abitacolo.
Questa elettrica è proposta ad un interessante prezzo di 23.910 euro per la versione base che prevede però il noleggio delle batterie (a partire da 79 euro al mese) da 24 kWh che garantiscono un'autonomia massima tra i 100 e i 160 Km, 135 Km secondo le misurazioni EPA. La versione più costosa è la Tekna, sempre con 109 Cv, ma con accumulatori di proprietà e dotata della più capiente batteria da 30 kWh, disponibile ad un prezzo di 39.085 euro.

Chevrolet Bolt, la piccola monovolume che arriverà in Europa con il marchio Opel

Mostrata sotto forma di concept agli inizi del 2015 al Salone di Detroit, la versione definitiva della nuova elettrica di Chevrolet è stata presentata all'ultima edizione del Consumer Elettronic Show 2016. La nuova Chevrolet Bolt adotta linee molto moderne e raffinate con un elegante frontale, elaborati profili sotto le portiere e grandi superfici vetrate. Al posteriore troviamo ampi fari, con un elemento che arriva anche sul lato della vettura, ed un piccolo spoiler presente sopra il lunotto. Per quanto riguarda gli interni, il cruscotto è caratterizzato dall'ampio display da 10,2 pollici, con un secondo schermo da 8 pollici riservato al guidatore. L'abitacolo è molto spazioso grazie alle batterie alloggiate sul fondo, con un bagagliaio dalla capacità di 478 litri. La Bolt sarà fornita di connettività 4G LTE, Hot-spot WiFi e, tramite un'apposita app, sarà possibile verificare lo stato della ricarica, accendere l'auto e attivare il condizionatore. Inoltre viene supportato il sistema di assistenza remota OnStar e le piattaforme Android Auto e Apple CarPlay.
Quest'auto ha un'autonomia di 200 miglia, secondo lo standard EPA, circa 320 km. Le batterie, realizzate in collaborazione con LG Chem, potranno essere ricaricate fino all'80% in meno di un'ora con colonnine fast, mentre sfruttando i 240 Volt, con la "power station" fornita da Chevrolet, si dovrebbe arrivare ad un pieno in 9 ore. La casa americana promette che ogni ora di ricarica consentirà all'auto di estendere la sua autonomia fino a 40 chilometri. Per quanto riguarda le prestazioni, la Bolt sarà in grado di accelerare da 0 a 60 miglia orarie (96,5 km/h) in 7 secondi con una velocità massima di 145 km/h. Performance possibili grazie ai 200 cavalli e 360 Nm assicurati dal motore elettrico alimentato da un pacco batterie da ben 60 kWh diviso in 288 celle, con peso di 435 kg e garantito 8 anni oppure 100.000 km. General Motors ha già avviato la fase di pre-produzione della Chevrolet Bolt, con le prime consegne previste tra la fine del 2016 e l'inizio del 2017. Il prezzo di listino è di 37.500 dollari più le tasse (33.200 Euro circa), che però scende a 30000 grazie agli incentivi statali stanziati dal governo USA. In Italia, la Chevrolet Bolt dovrebbe arrivare nel corso del 2017, nella versione realizzata da Opel e denominata Ampera-e. Questa, come già accaduto con la Volt venduta nel nostro Paese con la denominazione Ampera, sarà molto simile alla versione americana con lievi modifiche estetiche, soprattutto nel frontale.

Tesla Model 3 La competizione fra le case automobilistiche diventa ogni giorno più accesa con nuovi modelli elettrici che puntano sempre più alla fascia media del mercato. Vetture elettriche di massa che vedono nella nuova Tesla Model 3 una delle proposte più interessanti. Un’auto che, però, arriverà sul mercato italiano solo fra due anni e che richiederà all’azienda americana grossi cambiamenti. Tesla, infatti, dovrà aumentare moltissimo la sua capacità produttiva, ricordiamo infatti che nel 2015 l’azienda americana ha prodotto solo 50.580 vetture, mentre gli ordinativi della Model 3 hanno già ampiamente superato quota 300.000. La Model 3 si dovrà, inoltre, scontrare anche con i prossimi modelli realizzati dai vari big dell’industria automobilistica come la Bolt di Chevrolet. Infine non dimentichiamo che sul mercato sono già presenti modelli, non sofisticati come la Tesla, ma in grado comunque di offrire una discreta autonomia, come l’ultima generazione della Nissan LEAF.