Tesla lancerà la sua assicurazione auto: avremo un universo stile Apple?

Elon Musk ha annunciato lo sviluppo di un servizio assicurativo per le sue auto elettriche: costruirà un universo Tesla in stile Apple?

speciale Tesla lancerà la sua assicurazione auto: avremo un universo stile Apple?
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Oramai anche gli appassionati di motori meno "ferrati" hanno capito come Tesla abbia una doppia faccia, o una doppia maschera se vogliamo, da indossare alla giusta occorrenza.
Da una parte c'è l'orizzonte oscuro legato ai conti in rosso, a una situazione finanziaria precaria che da 15 anni, ovvero da quando la compagnia è piombata sul mercato, perde denaro nonostante l'hype attorno ai veicoli, il prestigio del marchio e il carisma del patron Elon Musk.
L'altro lato della medaglia è rappresentato proprio dall'eclettico imprenditore, che nonostante le difficoltà amministrative continua imperterrito per la sua strada, presentando con costanza nuovi prodotti e servizi, come se il viaggio procedesse a gonfie vele e senza intoppi.
L'ultima novità che arriva dagli USA è ora un nuovo servizio assicurativo di Tesla, che al pari di Apple nel settore tech potrebbe creare un piccolo universo attorno a ogni suo veicolo venduto.

Tesla All Inclusive

A oggi, la società di Palo Alto è impegnata - oltre a vendere automobili elettriche ovviamente - a costruire enormi poli industriali sia in America che in Asia (le famose Gigafactory), a offrire ai suoi clienti stazioni Supercharger, Powerwall, Powerpack e Wallbox per la ricarica casalinga dei mezzi EV, a sviluppare pannelli solari grazie alla sussidiaria SolarCity.
Entrare nel campo delle assicurazioni auto sarebbe una mossa tanto inedita quanto astuta, poiché si tratterebbe di un servizio da aggiungere a eventuali "pacchetti All Inclusive" in grado di portare più liquidi nelle casse di Tesla e meno pensieri nella mente dei clienti.
Bisogna poi aggiungere che ancora non tutte le assicurazioni sono pronte a inquadrare le auto elettriche nei loro listini, proprio nella nostra Italia può essere spesso una piccola odissea riuscire a stipulare un contratto "equo" rispetto ai kW effettivamente erogati dalle Tesla e simili. Un'assicurazione a marchio Tesla eviterebbe invece al cliente una miriade di scomodi passaggi.

Universi espansi

Poco sopra abbiamo nominato Apple, che oltre a vendere smartphone, tablet e computer offre anche una serie di servizi complementari che rendono il suo universo davvero unico. Oltre ai ricavati dell'App Store, la società di Cupertino fattura anche grazie ad iCloud e ad Apple Care, una sorta di assicurazione aggiuntiva rispetto alla classica garanzia che esula il cliente da qualsivoglia pensiero. Anche in caso di danno accidentale, la società si premura di fornire un nuovo dispositivo in cambio di una piccola "franchigia", una copertura senza la quale i soldi da sborsare sarebbero molti di più.
Tesla potrebbe fare qualcosa di simile, anzi andando ancora oltre, sostituendo del tutto la classica assicurazione auto. Ad annunciare lo sviluppo del nuovo servizio è stato lo stesso Elon Musk, nel corso di una conferenza stampa per l'annuncio dei dati finanziari del primo trimestre 2019 - che come abbiamo visto non sono stati proprio positivi.

Lo abbiamo ricordato però, Tesla ha due maschere da indossare all'occorrenza, un secondo dopo l'annuncio della perdita di 700 milioni di dollari è così arrivato il nuovo servizio assicurativo, come se nulla potesse davvero intaccare le linee guida della compagnia.
L'imprenditore non ha purtroppo rilasciato altri dettagli in merito, possiamo però immaginare un package "tutto incluso" che copra in modo adeguato anche la guida autonoma di Tesla in arrivo, che altri istituti potrebbero non accettare proprio di buon grado, almeno al debutto.

Tesla sta già dialogando con varie assicurazioni per spiegare i benefici di Autopilot, e di come la tecnologia possa realmente diminuire gli incidenti sulle strade, al fine di abbassare le tariffe - sì, Tesla sta cercando di rivoluzionare anche il settore assicurativo, a suo modo.
Qualora le compagnie "non volessero capire" il modello Tesla, la società sarebbe dunque pronta a offrire il suo servizio proprietario, a un prezzo ultra competitivo inoltre, proprio grazie ai benefici di Autopilot. È ancora presto per capire se un prodotto simile possa funzionare o meno, fossimo però nei panni di una compagnia assicurativa tradizionale inizieremmo ad avere pensieri alquanto intensi. Meglio avere Musk come alleato che come concorrente, non importa in quale campo o settore...