RS 6 Avant V8 contro RS e-tron GT EV: duello Audi RS in Salento

Siamo stati in Puglia per assistere a un duello ad alte prestazioni: l'Audi RS 6 Avant V8 opposta all'Audi RS e-tron GT EV.

RS 6 Avant V8 contro RS e-tron GT EV: duello Audi RS in Salento
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Quando la fotografia digitale ha iniziato a muovere i suoi primi passi sul mercato di massa, affiancando la più tradizionale fotografia analogica, gli appassionati hanno dato vita a una guerra feroce, con due fazioni ben distinte (alla fine ha vinto il digitale, eppure Leica ha appena lanciato la nuova M6 a pellicola, segno che i due mondi forse possono coesistere).
Oggi battaglie simili vengono combattute in ambito automotive, da una parte abbiamo infatti gli appassionati più conservatori, legati a doppio filo alle motorizzazioni termiche ad alte prestazioni, dall'altra gli utenti maggiormente curiosi, aperti alle novità elettriche.
In casa Audi il duello è addirittura interno, con modelli RS sia a trazione termica che elettrica. Ma esiste davvero una trazione superiore all'altra? Ha senso continuare a combattere o è meglio prendere il meglio dai due mondi? Abbiamo girato sulle strade del Salento per scoprirlo: da una parte l'Audi RS 6 Avant, dall'altra l'Audi RS e-tron GT. Benvenuti al duello RS.

Il ruggito del V8 TFSI di Audi?

Più che a una stringente analisi tecnica, questo articolo aspira a essere più un racconto emozionale di cosa significa guidare un'Audi V8 oppure una sportiva dei quattro anelli a trazione elettrica (del resto, a proposito di tecnica, abbiamo già provato in maniera approfondita l'Audi RS e-tron GT).

Certo da qualche dato oggettivo dovremo pur partire: la nuova Audi RS 6 Avant offre al suo pubblico un ruggente motore a benzina V8 4.0 TFSI Mild Hybrid da 600 CV nella versione Avant Audi Sport, mentre la RS e-tron GT è un'elegante berlina elettrica da 646 CV. Se inoltre amate le prestazioni del V8 Audi ma non volete una vettura Avant potete sempre optare per l'affascinante RS 7.
Pur condividendo un innato DNA sportivo Audi, è fuor di dubbio che le due vetture siano diverse, capaci di regalare emozioni differenti.

L'Audi RS 6 Avant con trazione integrale quattro con torque vectoring meccanico offre una dinamica di guida più tradizionale, associata a un dettaglio che un'auto elettrica - per forza di cose - non avrà mai e poi mai: un sound corposo e travolgente che non può non esaltare il conducente sin dalla messa in moto. Il V8 Audi canta come un cantante baritono, genera vibrazioni che smuovono qualcosa nel profondo di chi la guida. A ogni accelerata ci si sente appagati e soddisfatti, inoltre il cambio tiptronic a 8 rapporti con convertitore di coppia funziona meravigliosamente e dirige l'orchestra in maniera impeccabile. Il sound dell'Audi RS 6 Avant ha catturato l'attenzione di chiunque nei paesini salentini compresi fra Brindisi, Lecce e Santa Cesarea Terme, abbiamo di fatto rotto il silenzio assordante del pomeriggio assolato e barocco della Puglia, sgusciando fra le curve mozzafiato di una delle coste più belle al mondo. Audi RS 6 Avant, così come la sua sorella gemella RS 7, è un concentrato di emozioni che però porta a due pseudo compromessi. Si tratta nella pratica di un autentico incrociatore da Autobahn, il suo habitat naturale è l'autostrada senza limiti di velocità, con qualche aggraziata escursione al Nürburgring, dove i 305 km/h di velocità massima guadagnano davvero senso. In Italia è un mezzo da usare con più parsimonia, è un cane rabbioso da tenere rigorosamente al guinzaglio con tanto di museruola, pur avendo il divertimento più che garantito.

Audi RS 6 Avant ha anche costi di esercizio non banali, visto che con guida sportiva siamo arrivati a consumare 25 litri/100 km, percorrendo dunque 4 km al litro. Viviamo poi in tempi in cui si è estremamente attenti all'ambiente, alle emissioni, e un veicolo V8 potrebbe apparire come una provocazione in piena regola... per essere in linea con i trend del momento, senza rinunciare alle alte prestazioni, c'è però l'Audi RS e-tron GT.

Il silenzio e la potenza dell'Audi e-tron GT

Se la RS 6 Avant è una bestia da Autobahn, la RS e-tron GT è una vettura completamente diversa, il cui baricentro prestazionale è spostato più verso l'accelerazione brutale che l'alta velocità.

Può infatti arrivare a 250 km/h grazie a un limite software, andare oltre potrebbe consumare in modo eccessivo le batterie, surriscaldarle e dunque danneggiarle. Inoltre è un limite che serve anche a preservare la salute dei motori elettrici - parliamo al plurale perché abbiamo due motori elettrici sincroni a magneti permanenti. Se il V8 TFSI vince clamorosamente in termini di velocità massima, la RS e-tron GT è una furia in fase di accelerazione: la sua coppia massima in Boost è pari a 830 Nm, significa che possiamo andare da 0 a 100 km/h in soli 3,3 secondi, ancora più impressionate però è lo scatto possibile da 0 a 200 km/h in modalità Boost: appena 10,9 secondi. In autostrada ci si ritrova a 200 km/h senza neppure accorgersene, anche se i consumi energetici a queste velocità salgono vertiginosamente, dunque anche su Autobahn bisognerebbe regolare l'acceleratore con attenzione - del resto il "rifornimento" completo di questa vettura non è certo possibile in 5 minuti, ma quasi.

Presso colonnine Fast Charge adeguate la RS e-tron GT può toccare i 270 kW in DC, dunque recuperare 100 km di autonomia durante i primi 5 minuti di collegamento, inoltre è veloce anche in AC, grazie a un caricatore di bordo da ben 22 kW - un dettaglio tutt'altro che scontato sulle elettriche premium, che solitamente si fermano a 11 kW, dunque caricano nel doppio del tempo rispetto alla RS e-tron GT (in quanto tempo carica un'auto elettrica?).

Se amate dunque le accelerazioni brutali, poche vetture al momento sanno appagarvi come la berlina sportiva di Audi. Dovete persino fare attenzione a lasciare oggetti poggiati lungo il tunnel centrale: affondando il pedale dell'acceleratore può succedere che uno smartphone posato lungo il tunnel schizzi all'indietro a causa della coppia istantanea (true story....), meglio riporlo nella tasca dotata di caricatore wireless al di sotto del bracciolo.

Velocità massima a parte, che non è il punto forte della RS e-tron GT, la dinamica di guida è sicuramente meno affilata delle sorelle V8 ma comunque appagante, soprattutto in uscita dalle curve grazie alla coppia elettrica. Nonostante lo spirito differente, non sono poche le tecnologie condivise dalle RS termiche ed elettriche: pensiamo allo sterzo integrale, anche dinamico su RS 6 Avant, alle sospensioni pneumatiche adattive, a tripla camera su RS e-tron GT, ai freni carboceramici.

Le prestazioni dell'impianto frenante sono davvero da urlo su entrambi i modelli, inoltre le sospensioni adattive rendono le RS di Audi estremamente versatili, rigide quando serve e più morbide sui viaggi rilassati. Entrambe le vetture possono poi essere dotate dei proiettori a LED Audi Matrix con spot laser, tecnologia fiore all'occhiello di Audi che permette una visibilità eccezionale in ogni condizione (per saperne di più: l'illuminazione Audi dal laser agli OLED flessibili).

Chi ha vinto dunque il duello? Tutti e nessuno, nel senso che secondo noi non esiste una vettura superiore all'altra in modo assoluto. RS 6 Avant e RS e-tron GT rappresentano due modi completamente differenti di vivere le alte prestazioni e la velocità, sono poi le nostre aspettative e le nostre necessità a far pendere la bilancia da una parte o dall'altra.

Di certo che si tratti di emozioni a benzina oppure 100% elettriche, il DNA sportivo Audi è garantito in ogni caso, così come il comfort e l'alta tecnologia, fili comuni e indissolubili che vanno oltre qualsiasi alimentazione. Ciò che è davvero importante è stringere il volante fra i polpastrelli e affondare il piede sul pedale destro...