Quanto costa ricaricare un'auto elettrica? Tariffe, batterie e modalità

Eseguendo un semplice calcolo possiamo sempre sapere quanto ci costerà un "pieno di energia" con la nostra nuova auto elettrica.

speciale Quanto costa ricaricare un'auto elettrica? Tariffe, batterie e modalità
Articolo a cura di

Quante volte, pensando alle nuove EV del mercato, avete pensato "Ok, non acquisto più carburante, ma quanto costa ricaricare un'auto elettrica?". Proviamo a rispondere a questa complessa domanda guardando ai più recenti cambiamenti dell'industria e delle infrastrutture, mettendo le varie capacità delle batterie disponibili di fronte alle varie tariffe attuali.
Diciamo subito che avere una risposta definitiva è ancora oggi impossibile, poiché molte sono le varianti che determinano il prezzo finale di una ricarica, nulla però ci vieta di avere un quadro generale che possa essere un ottimo punto di partenza. La prima cosa che ci sentiamo di dire è: fate innanzitutto attenzione alle varie offerte dei produttori, poiché acquistare una nuova EV può significare avere ricariche gratis per un bel po' di tempo.
Pensiamo subito a Tesla, che con il suo programma Referral permette di percorrere 1.500 km in maniera totalmente gratuita - basta trovare un codice valido, e sono molti gli youtuber italiani che ne offrono uno, o passare il proprio ad altri nuovi utenti.

Addirittura alcune Model S e X usate, vendute con le ricariche Supercharger incluse a vita, possono ricaricarsi gratis sulla rete ufficiale di Tesla, il che azzera completamente il problema del costo della ricarica. Anche Volkswagen ha pensato di lanciare la sua nuova ID.3 1st Edition assieme a un pacchetto che include "Ricariche gratis per un anno" (o comunque fino a un massimo di 2.000 kWh) presso le stazioni affiliate presenti sull'App Volkswagen WeCharge. Il primo consiglio dunque è di scoprire se la vostra elettrica dei sogni viene venduta con dei km inclusi. Cosa succede invece allo scadere delle promozioni?

Colonnine Fast Charge

Il modo più veloce di ricaricare un'auto elettrica è sicuramente affidarsi a colonnine pubbliche Fast Charge, che possono andare dagli 11 kW ai 250/270 kW di potenza - questi ultimi supportati attualmente solo da Tesla/Porsche. Fermarsi alle colonnine può significare spendere 8-10 euro come anche 45 per una singola ricarica, bisogna fare sempre attenzione alle tariffe proposte da ogni gestore e a quanti kWh necessitiamo caricare, poiché il costo finale è dato da quanta energia preleviamo.
Prendendo ad esempio un Supercharger Tesla, il costo di ricarica attuale sembra essere di 0,30 euro/kWh, volendo dunque caricare dallo 0 al 100% una batteria da 50 kWh si andrebbe a spendere 15 euro, bisogna però considerare che difficilmente si arriva allo 0 assoluto - e dunque il prezzo finale potrebbe essere anche inferiore. Con una batteria da 75 kWh, come quella presente ad esempio nelle Tesla Model 3 Long Range, si andrebbe a spendere 22,50 euro per una carica 0-100%. Attenzione invece al servizio "A consumo" di Enel X, dove un kWh presso le colonnine Quick costa 0,45 centesimi, 0,50 presso le Fast. Questo porta, con una batteria da 50 kWh completamente scarica, a spendere 22,50/25 euro per ogni "pieno". Presso i gestori che lo prevedono potrebbe essere più conveniente acquistare pacchetti di kWh o Tariffe Flat mensili.

Ricarica a casa

Poiché non esiste un prezzo comune a tutti i gestori, il modo migliore per scoprire (anche in anticipo) quanto vi costerà un "pieno di elettricità" è dunque sapere con esattezza la tariffa prevista per ogni kWh prelevato, successivamente moltiplicarla per i kWh della vostra batteria come abbiamo fatto sopra per scoprire "al massimo" quanto può costarvi una ricarica completa.
Lo stesso discorso si può applicare a casa, dove potete tranquillamente ricaricare la vostra auto elettrica anche se in tempi maggiori rispetto alla colonnina Fast Charge - poiché in trifase possiamo arrivare massimo a 22 kW/32 A, nel migliore degli scenari, con un impianto preparato ad hoc. Fortunatamente non andremo a pagare a tempo ma a consumo, quindi basta - come detto sopra - controllare il costo di ogni kWh.
Con una fascia unica si spende 0,06243 €/kWh (condizioni economiche AEEGSI di fine 2017), il che significa che ricaricare una batteria da 50 kWh ci viene a costare poco più di 3 euro. È in pratica il prezzo che otterremmo con una Tesla Model 3 Standard Range o una nuova Renault Zoe, che ha una batteria da 52 kWh utile a percorrere fino a 390 km con una singola carica.

I costi scendono ulteriormente con la doppia fascia, quando di sera e nei weekend si spende 0,05963 €/kWh: in questo caso la ricarica di un'auto da 50 kWh costa meno di 3 euro. Si spende ancor meno con batterie di capacità inferiore, prendiamo ad esempio la nuova Honda E, che ha un accumulatore da appena 35,5 kWh, una "misura" che sarà comune a molte City Car elettriche in arrivo sul mercato. La nuova Volkswagen e-up! ha una batteria da 32,3 kWh netti, per fare un altro esempio di "accumulatore cittadino". In questo caso per una carica completa si spendono circa 2 euro, sempre che riusciate a scaricare completamente la batteria. Queste tariffe base non tengono conto dei costi accessori di ogni operatore, un kWh casalingo può oggi costare fra 0,19 e 0,45 euro, dunque bisogna adeguare i calcoli al proprio contratto.

Calcolatrice sempre alla mano

Per capire dunque quanto costa caricare un'auto elettrica è importante conoscere le tariffe del gestore (sia casalingo che per le colonnine pubbliche) e la capacità della batteria che state per acquistare. Chiaramente ricaricare nel corso di un anno un SUV elettrico Audi e-tron con batteria da 95 kWh (83,6 kWh utilizzabili) oppure una Honda E da 35,5 kWh può significare spendere cifre molto diverse - anche a parità di km.

Inoltre non possiamo prevedere eventuali aumenti in bolletta o rincari presso le colonnine: esattamente come la benzina, con l'accrescere del parco auto elettrico nel nostro Paese è possibile che i gestori si adeguino col tempo a nuove tariffe, vista la crescente domanda di energia. In ogni caso ora sapete come calcolare il costo di un eventuale "pieno di energia" con la vostra nuova auto elettrica - e questo non cambierà con il tempo.