Quale moto elettrica guidare con la Patente B o A1? Facciamo chiarezza

Cerchiamo di capire quali moto elettriche possiamo guidare con la Patente B o A1, fino a quali potenze possiamo spingerci...

speciale Quale moto elettrica guidare con la Patente B o A1? Facciamo chiarezza
Articolo a cura di

Un numero sempre maggiore di utenti italiani si sta interessando a moto e scooter elettrici, anche per via del recente Ecobonus che permette di acquistare questi veicoli in sconto - fino a 3.000 euro/30% per chi non rottama nulla, 4.000 euro/40% per chi rottama un veicolo a due ruote inquinante. Parliamo di prodotti forse ancora troppo cari rispetto alle controparti a benzina, che possono però regalarci svariate soddisfazioni a livello di accelerazione e prestazioni generali. Certo l'arrivo sul mercato dei motori elettrici ha creato non poco scompiglio, se prima ci si regolava semplicemente guardando alla cilindrata (50cc, 125cc ecc) adesso bisogna far riferimento ai kW erogati, molti utenti potrebbero così far fatica a capire che tipo di moto elettrica acquistare e soprattuto quale modello necessita della Patente A/A2, quale invece può essere guidato tranquillamente con la Patente B/A1, senza fare ulteriori esami. Andiamo dunque a fare chiarezza proprio su questo fronte.

Cosa possiamo guidare con la Patente B/A1?

Chiaramente chi è in possesso di una Patente A non ha limitazioni di alcun tipo, può scegliere la moto elettrica che preferisce, chi invece ha una Patente A2 non deve superare la potenza di 35 kW per i motocicli, con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,2 kW/kg. Ciò che maggiormente ci interessa è capire cosa si può guidare con la Patente A1 e soprattutto con la Patente B, che magari abbiamo già in tasca per guidare la nostra automobile. Ebbene la legge dice chiaramente che la Patente A1 può farci guidare motocicli di cilindrata massima di 125cc, di potenza massima di 11 kW/15CV e con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 kW/kg. Inoltre i tricicli non devono superare i 15 kW. Per la Patente B vale lo stesso della patente A1, se l'abbiamo ottenuta dopo il 25 aprile 1988. Chi invece ha sostenuto l'esame della Patente B prima dell'1 gennaio 1986 può guidare qualsiasi tipo di moto, anche nei Paesi dell'Unione Europea; chi ha ottenuto la Patente B tra l'1 gennaio 1986 e il 25 aprile 1988 può guidare qualsiasi tipo di moto ma solo in Italia, non all'estero. Tornando alle nostre moto elettriche, significa che possiamo scegliere modelli fino a 11 kW di potenza anche se abbiamo solo la Patente B/A1, e la cosa in sé è davvero molto interessante...

Potenza elettrica

Perché definiamo la cosa "interessante"? Perché una moto elettrica (o uno scooter elettrico) da 11 kW può essere sensibilmente più scattante e prestante di un normale scooter/moto 125cc. I motori elettrici sono famosi proprio per la loro ottima coppia istantanea, oltre che per la loro maggiore efficienza in termini di trasformazione dell'energia. Per fare un esempio pratico prendiamo una moto 125cc e una moto elettrica equivalente: la blasonata Honda CB125R, una delle migliori in circolazione, e la Super Soco TCmax. La prima, pur avendo una potenza di 13,3 CV, raggiunge il suo picco solo a 10.000 giri/min, con una coppia di appena 10,4 Nm a 8.000 giri/min. La Super Soco TCmax è un'elettrica equivalente con motore da 3 kW statico, 5 kW di picco, con ben 140 Nm di coppia istantanea in modalità 3 (quella sportiva). Ovviamente non vogliamo paragonare le due tecnologie, ognuno è libero di scegliere il veicolo che preferisce, inoltre con la benzina non si hanno limiti di autonomia; per l'utilizzo urbano però un'elettrica con 140 Nm di coppia significa sgusciare via nel traffico e ai semafori come una scheggia, oltre a non spendere neppure un centesimo in carburante.

Scomodando inoltre i modelli Zero Motorcycles abbiamo anche eccellenti prestazioni a 360 gradi: un'agile Zero S, ad esempio, ha 139 km/h di velocità massima, 106 Nm di coppia netta, 142 kg di peso in ordine di marcia, ABS Bosch di generazione 9. Proprio Zero poi ha un'intera linea di moto elettriche da 11 kW di potenza, pensata appositamente per la guida con Patente B e A1. Ricordiamo poi che con una moto elettrica da almeno 11 kW possiamo anche utilizzare l'autostrada, al pari delle 125cc.

Significa che senza fare ulteriori esami pratici (le moto elettriche non hanno neppure le marce, non c'è nulla da imparare...) possiamo avere fra le mani mezzi abbastanza potenti per qualsiasi utilizzo, anche extraurbano. Resta chiaramente l'incognita dell'autonomia e soprattutto del prezzo: la Zero S che abbiamo nominato poc'anzi costa in allestimento base 13.120 euro, anche con l'incentivo statale di 3.000/4.000 euro rimaniamo parecchio alti, i prezzi però sono destinati a scendere con la crescente diffusione della tecnologia... non resta che attendere pronti al varco.