Quale auto elettrica ha più autonomia? 21 BEV testate fino a spegnersi

In Norvegia 21 auto elettriche, fra le migliori del momento, sono state testate fino a spegnersi: quale è andata più lontano delle altre?

Quale auto elettrica ha più autonomia? 21 BEV testate fino a spegnersi
Articolo a cura di

Il tema dell'autonomia è particolarmente "caldo" quando si parla di auto elettriche. Il grande pubblico è ancora molto scettico e non si fida fino in fondo dei dati dichiarati dalle case automobilistiche. Questo perché, ovviamente, si tratta di stime "da laboratorio", frutto di test che simulano la guida cittadina e su percorsi misti, motivo per cui poi quando si porta l'auto nel mondo reale i chilometri effettivi magari differiscono - e possono essere di più come di meno. Sono molti i fattori del resto che condizionano l'autonomia di una BEV, pensiamo alle condizioni della strada, alla pendenza, ai cerchi che montiamo, alla velocità media a cui andiamo, alle accelerazioni che facciamo, alle condizioni meteo, nel senso che utilizzare l'aria condizionata "a palla" oppure il riscaldamento può incidere in maniera significativa sull'autonoma finale.
Ultimo ma non ultimo: in inverno le bassissime temperature possono rosicchiare parte della capacità totale della batteria, il che significa meno chilometri effettivi a disposizione. Insomma: è davvero difficile prevedere con esattezza quanto consumeremo durante un viaggio, la NAF norvegese però (Norwegian Automotive Federation) ha pensato di testare 21 auto elettriche portandole a spegnersi del tutto, provando così a vedere quali modelli sul mercato rispettano in modo più e meno accurato i dati dichiarati dalle case produttrici.

Sfida fra 21 auto elettriche

Le auto elettriche in questione sono state guidate lungo lo stesso percorso, senza utilizzare funzioni di pre-riscaldamento dell'abitacolo o della batteria. Tutte inoltre sono state impostate con gli stessi parametri di climatizzazione. L'area di test ha previsto un tratto di guida cittadina, strade extraurbane e un po' di autostrada a 110 km/h. Tutte le auto inoltre hanno superato almeno un tratto di montagna, con le migliori che ne hanno affrontati anche due aggiuntivi. Il test si è focalizzato su autonomia totale, consumi e velocità di ricarica. Andiamo dunque a scoprire quali modelli sono stati testati dalla NAF: la Hyundai Kona è stata la prima, poi sono arrivate la Ford Mustang Mach-E (Long Range AWD e Long Range RWD), la Tesla Model 3 (Standard Range e Long Range), la Volkswagen ID.3 Pro S e la ID.4, la Skoda Enyaq, la Polestar 2, l'Audi E-Tron GT, la nuovissima Hyundai Ioniq 5, la Xpeng G3, la BMW iX3, la Mercedes-Benz EQA, la Volvo XC40 Recharge, la Citroen e-C4, l'Opel Mokka-E, la nostra Fiat 500, la Honda E e infine la Mazda MX-30.
Secondo la NAF, ben 18 auto su 21 hanno dimostrato di avere più autonomia rispetto ai dati ufficiali WLTP, una notizia davvero ottima che farà sicuramente la felicità degli utenti, ora però è arrivato il momento di dare un'occhiata ai dati reali e tangibili.

Superare i limiti

Partiamo dalle cattive notizie: le tre auto che hanno dimostrato di avere meno chilometri del test WLTP (anche se di poco) sono state la Polestar 2, la Citroen e-C4 e la Xpeng G3, che hanno dimostrato di avere rispettivamente 3, 5 e 12 km in meno rispetto ai dati dichiarati. A vincere su tutti invece è stata la Tesla Model 3 Long Range, riuscita a raggiungere secondo la NAF i 654,9 km (nella grafica ci sono risultati differenti perché si rifanno alla "vecchia" Model 3, quella testata ora è stata aggiornata con 614 km WLTP, la precedente ne aveva 580), seconda si è piazzata la Ford Mustang Mach-E Long Range RWD con ben 617,9 km, appena 27 in meno rispetto alla Tesla, davvero ottimo il lavoro svolto dall'ovale blu. La NAF ha anche sottolineato che entrambe le vetture hanno raggiunto lo 0% attorno ai 600 km, poiché il test prevedeva lo spegnimento totale delle auto si è poi arrivati alle suddette cifre. Continuando a scorrere la lista dei risultati, notiamo come anche la Volkswagen ID.3 Pro S abbia raggiunto un ottimo traguardo: 564 km rispetto ai 539 WLTP. Bene anche la Hyundai Kona, 537 km rispetto ai dichiarati 484. Anche l'Audi e-tron GT ha stupito, raggiungendo i 528,1 km rispetto ai previsti 468.

La Hyundai Ioniq 5 è riuscita a sfondare la barriera dei 500 km, le restanti auto invece si comportano più o meno come previsto. Ricordiamo che il test NAF si può definire alquanto estremo, poiché è difficile portare la propria BEV a spegnersi completamente - al di là del fatto che sia del tutto sconsigliato portare le batterie a un livello di scarica simile. Può però servire a capire le reali potenzialità dei singoli modelli e aiutarvi nella scelta: quale fra queste 21 auto elettriche vi ha convinto maggiormente?