Niente app e soldi sul conto in 15 giorni: il Bonus Bici slitta a settembre

Il Bonus Mobilità 2020, detto anche Bonus Bici, arriverà a settembre ma non ci sarà alcuna app per smartphone. Le novità.

speciale Niente app e soldi sul conto in 15 giorni: il Bonus Bici slitta a settembre
Articolo a cura di

Fra le molteplici novità presenti all'interno del recente Decreto Rilancio, su queste pagine abbiamo parlato soprattutto del Bonus Mobilità 2020, un vantaggio messo in campo dal governo che ci avrebbe permesso di acquistare biciclette e monopattini elettrici con il 60% di sconto rispetto al prezzo proposto dai vari negozi italiani, anche online come Amazon. Un bonus valido però solo per i maggiorenni che hanno la residenza (non il domicilio) nei "capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti), nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti), nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti)". Nello specifico le città considerate "metropolitane" sono 14: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino, Venezia. Il tutto è valido dal 4 maggio al 31 dicembre 2020, ancora però nessuno è riuscito a chiedere il rimborso perché non è stata lanciata la piattaforma apposita, cosa che adesso avverrà nel mese di settembre.

Il Bonus Bici "rinviato a settembre"

Inizialmente si pensava avremmo avuto tutto entro il 18-19 luglio, poi la formalizzazione del decreto è slittata ai primi giorni di agosto, con la piattaforma/app per il Bonus Mobilità 2020 spostata a fine agosto. Adesso abbiamo qualche indicazione in più: la nuova piattaforma per la richiesta del Bonus Mobilità 2020 arriverà nel mese di settembre, e non ci sarà una vera e propria "app" per smartphone. Tutto avrà luogo sul web, sul sito internet del Ministero dell'Ambiente, tramite una piattaforma che il governo sta già testando internamente e che sarà costruita in modo da scongiurare eventuali click day (intere giornate in cui gli utenti tentano invano di utilizzare il sito, bloccato per i troppi accessi). Il Ministero ha anche assicurato che i soldi arriveranno direttamente sul conto corrente indicato in fase di richiesta "entro 10-15 giorni".

Soldi sul conto

A proposito di soldi, il ministero ha anche assicurato che ci saranno fondi per tutti, nessuno rimarrà a secco. Sul sito ufficiale inoltre verrà indicata la cifra del Bonus Mobilità 2020 rimanente in tempo reale, così come accade già per l'Ecobonus rivolto alle due e alle quattro ruote. Sul piatto ci sono del resto 210 milioni di euro, ancora intatti, che serviranno a rimborsare gli utenti che hanno effettuato acquisti dallo scorso 4 maggio al prossimo mese di settembre. Successivamente alla pubblicazione della piattaforma web, gli utenti potranno invece richiedere un voucher da spendere nei negozi aderenti all'iniziativa, così da avere uno sconto del 60% direttamente in cassa, non sotto forma di rimborso.

Per riassumere: ci siamo quasi, finalmente! La piattaforma per la richiesta del Bonus Mobilità 2020 è quasi arrivata, nel frattempo i negozi stanno cercando di riprendersi dal boom di vendite avvenuto nei mesi di maggio e giugno, che ha letteralmente svuotato i magazzini ora in attesa di nuovi prodotti. Aziende come Xiaomi hanno addirittura presentato nuovi monopattini elettrici e li hanno portati ora sul mercato, con i nuovi Mi Electric Scooter già ordinabili su Amazon.it per esempio. La partita del "Bonus Bici" è ancora apertissima, anzi a dirla tutta non è ancora neppure iniziata...