Quale monopattino comprare a settembre 2021, fra novità e 'vecchie' glorie

Il 2021 è stato un anno particolarmente frizzante dal punto di vista dei monopattini elettrici, dopo un 2020 dominato da Xiaomi e Segway.

Quale monopattino comprare a settembre 2021, fra novità e 'vecchie' glorie
Articolo a cura di

Da quando nel gennaio del 2020 i monopattini elettrici sono stati regolarizzati in via definitiva, equiparati alle biciclette, i produttori si sono sbizzarriti a creare nuovi e particolari modelli, adattando specifiche tecniche e funzionalità alle regole vigenti per guidare in maniera corretta i monopattini elettrici. Il 2020 è stato un anno alquanto "schizofrenico" da questo punto di vista, poiché il COVID e il Bonus Mobilità hanno spinto diversi marchi a lanciare in fretta e furia nuovi prodotti nel nostro Paese, nel 2021 invece la situazione si è "stabilizzata", con monopattini elettrici sempre più maturi e affidabili, anche se nuove leggi all'orizzonte potrebbero cambiare parzialmente le carte in tavola - con maggiori restrizioni per aumentare la sicurezza.
È però ancora presto per parlare di ciò che accadrà in futuro, per ora possiamo limitarci a dare un'occhiata agli ultimi arrivi sul mercato e capire cosa conviene comprare e perché a settembre 2021, magari per sfruttare il nostro nuovo monopattino per andare a scuola oppure al lavoro senza spendere un solo euro di benzina.

I nuovi monopattini Segway

Se lo scorso anno un colosso come Segway (di proprietà di Xiaomi Electronics adesso) aveva lanciato l'interessante Serie E, nel 2021 è arrivato il turno della Serie F.

Il produttore ha rinnovato del tutto il design, avvicinandolo in parte agli ultimi monopattini Xiaomi ma con più cura nell'assemblaggio e nella scelta dei materiali, inoltre ha aggiunto dettagli molto importanti come il freno a disco posteriore, totalmente assente nella Serie E. Anche in questo caso sono tre i modelli a listino, F25E, F30E e F40E, con i numeri che indicano i chilometri che i dispositivi sono in grado di percorrere con una singola carica. Cambia inoltre la potenza erogata dal motore: l'F40E infatti è in grado di sopportare salite del 20% grazie alla batteria più capiente/potente. I prezzi vanno da 449 euro a 599 euro, bisogna poi sottolineare come su questi modelli sia impossibile espandere l'autonomia con una batteria aggiuntiva - cosa che si poteva fare con la Serie E. Gli pneumatici inoltre sono da 10 pollici di tipo tubeless, è dunque più difficile bucarli rispetto ai tradizionali a camera d'aria.

Restando in casa Segway, il 2021 ha portato un'altra succosa novità: l'aggiornamento del già ottimo Segway Max G30 che abbiamo testato lo scorso anno, il nuovo Max G30E II. Dal punto di vista del design esterno è purtroppo cambiato poco, questo però significa che la grande stabilità del monopattino è rimasta invariata, come la sua autonomia del resto: fino a 65 km.
Anche l'impianto frenante non è cambiato, abbiamo un freno elettronico sul motore al posteriore e un freno a tamburo all'anteriore, una protezione dall'acqua IPX5 e un sistema avanzato di gestione intelligente della batteria, che la protegge costantemente da cortocircuiti e sovraccarichi. Segway ha poi migliorato il LED anteriore da 2,5 W e aggiunto nuovi riflettori E-MARK. Non è un prodotto dal peso piuma ma è davvero stabile in strada, uno dei migliori del momento.


Monopattini Xiaomi e NIU

Xiaomi quest'anno ha giocato meno carte del solito, del resto i suoi 1S e Pro 2 sono ancora validissimi e si possono trovare a prezzi ottimi. Di nuovo c'è lo Xiaomi Mi Electric Scooter 3, che arriverà presto sul mercato.

Vanta fino a 30 km di autonomia non espandibili, un motore con 600 W di picco, un nuovo freno a disco posteriore a doppia pastiglia, un corpo in alluminio di livello aerospaziale come i suoi fratelli del 2020. Inoltre, rispetto alla serie precedente, è offerto in doppia colorazione: esiste in nero oppure con la pedana in bianco. Il nuovo sistema di gestione della batteria dovrebbe inoltre preservare la carica anche durante i periodi di inattività, grazie a una nuova modalità Sleep. Sarà disponibile a un prezzo di 449,90 euro.

Anche NIU, dopo aver lavorato a un'ottima gamma di scooter elettrici, ha deciso di entrare a gamba tesa nell'affascinante mondo dei monopattini elettrici. Il suo nuovo NIU KQi3 è davvero interessante e offre, oltre a una qualità costruttiva superiore alla media, fino a a 50 km di autonomia, 25 km/h di velocità massima, un comfort maggiorato grazie a un manubrio lungo 542 mm (inclinato di 75 gradi) e pneumatici tubeless da 9,5x2,5, così da fornire maggiore stabilità. Inoltre ha certificazione IP54 e freni a disco a doppia trazione. All'anteriore è presente anche un piccolo LED Halo, ormai simbolo assoluto di NIU. Si declina in due versioni, Pro e Sport, anche se le differenze sono minime: 40 km contro 50+ km, 18,5 kg di peso contro 20 kg, ricarica in 5 ore contro 6. Il suo prezzo di partenza è di 599 euro.

I monopattini MT Distribution: Ducati, Lamborghini e Aprilia

Ci spostiamo così in casa Ducati, che nell'ultimo anno e mezzo si è data davvero da fare - grazie alla collaborazione con una scatenata MT Distribution. Fra gli E-Scooter Ducati bisogna segnalare sicuramente il nuovo Pro-II Plus, con telaio in lega di magnesio, motore da 350 W, 25 km di autonomia, anche se il prezzo di 559 euro potrebbe far storcere il naso.

Tuttavia è alla serie Scrambler che secondo noi si deve guardare. Il Cross-E è ancora oggi uno dei migliori monopattini che possiate trovare in circolazione, visto il suo design fuori dagli schemi e ruote fat adatte a ogni terreno. Il monopattino si è anche evoluto con il Cross-E Sport, che monta sempre un motore da 500 W, ha un telaio in lega di acciaio ad alta resistenza ma con una batteria più grande nel pianale, da 48 V e 499 Wh (contro i 36 V e 374 Wh del Cross-E). Vista la marginale differenza di prezzo (899 euro contro 999 euro, salvo promozioni), il Cross-E Sport è il monopattino Ducati su cui puntare se si vuole un prodotto diverso da qualsiasi altro.

Se siete invece degli animali urbani, impossibile perdere il City Cross-E: l'aspetto è decisamente più sobrio ed è più adatto alla città, con una batteria da 450 Wh che a 15 km/h garantisce un'autonomia fino a 40-45 km. Il telaio è in lega di alluminio e il motore da 350 W, mentre la batteria ha un voltaggio da 36 V. Non si "arrampica" come il Cross-E Sport ma ha comunque ruote da 10" con finiture off-road (anche se a camera d'aria), perfetto per la giungla cittadina di tutti i giorni. Il suo prezzo di listino è di 599 euro. Poco sopra abbiamo parlato di una scalmanata MT Distribution, che oltre a creare ottimi prodotti a marchio Ducati è riuscita a convincere anche Lamborghini a lanciare il suo primo monopattino elettrico.

Guardando alla scheda tecnica e al prezzo, 499 euro, magari è facile trovare di meglio, se sognate di possedere però un veicolo del Toro il monopattino AL1 è sicuramente la soluzione meno costosa in assoluto. Pesa 13 kg e, rispetto alla concorrenza, offre delle luci LED al di sotto la pedana che ne migliorano la visibilità nelle ore notturne. Raggiunge i 25 km/h e può scalare pendenze del 12% massimo, dunque per superare salite fino al 20% è meglio guardare altro.
La sua batteria da 280 Wh promette comunque 25-30 km di autonomia, sufficienti a coprire la maggior parte dei percorsi cittadini. Altra particolarità di questo modello sono le ruote con tecnologia Honeycomb, che assorbe gli urti e le vibrazioni dovute al terreno, manca però del tutto un freno a disco, con l'impianto frenante soltanto elettrico e meccanico.

Portava sempre la firma di MT Distribution il monopattino elettrico di Aprilia eSR1, con motore da 350 W e 30 km di autonomia, che nel 2021 si è evoluto nell'Aprilia eSR2, ammortizzato con doppia sospensione e con 25 km di autonomia, un modello che con una batteria più capiente avrebbe potuto lasciare un segno importante nel mercato attuale.

I monopattini Nilox

Continuiamo con le novità di casa Nilox. L'iconico Doc Twelve, con grandi ruote da 12", ha ora un fratello chiamato Doc Twelve+. Le ruote pneumatiche, come il nome suggerisce, sono rimaste da 12", il motore però è stato potenziato: dai 250 W del modello originale arriviamo a 350 W, l'autonomia però è scesa a 28 km anziché 30 km ("fino a", a seconda dello stile di guida).

Nonostante la maggiore potenza, i tempi di ricarica sono rimasti gli stessi, 4 ore, così come il peso, 15,5 kg. Un modello che conviene sicuramente comprare vista la differenza di prezzo di appena 30 euro, 629,95 euro contro i 599,95 del Doc Twelve standard, a meno che non troviate succose offerte su quest'ultimo nelle grandi catene di elettronica.

Se cercate un modello sempre originale nell'aspetto ma leggermente più trasportabile, il Doc 8Five promette fino a 25 km di autonomia con un potente motore da 350 W. Pesa 14,5 kg e si carica in 4 ore, inoltre è disponibile anche in versione customizzata nero-azzurra per i tifosi più incalliti dell'Inter. Le ruote in questo caso sono da 8,5" e il telaio è in acciaio. Il suo prezzo? 349,95 euro in versione standard, 369,95 euro nella variante Inter. Chiudiamo la carrellata di novità con il nuovo Askoll E.SCO, che si fa notare per via delle sue tre ruote, una all'anteriore e due al posteriore. Ha un motore da 350 W e 25 Nm di coppia, mentre la sua autonomia può arrivare fino a 60 km. Un modello davvero particolare che saprà sicuramente ritagliarsi la sua nicchia di utenti.

In questo articolo ci siamo soffermati soprattutto sulle novità mainstream di recente uscita, prodotti che si possono trovare tranquillamente nei negozi di elettronica oppure online. Tuttavia ci sono ancora altri modelli meno recenti ma ancora validissimi, abbiamo già nominato gli Xiaomi Mi Electric Scooter 1S e Pro 2, aggiungiamo ora anche i prodotti Segway della Serie E, i monopattini Vivobike S2, S2 Max, S3 e S3 Max e il Nilox Doc Ten. Non vi resta che scegliere il modello più adatto a voi in base alle vostre esigenze al vostro budget.