Maltempo, allerta meteo da nord a sud: pioggia, vento e traffico

Giornata di maltempo in tutta Italia, fra allerta meteo di livello Rosso e Arancione, strade e scuole chiuse a macchia di leopardo.

speciale Maltempo, allerta meteo da nord a sud: pioggia, vento e traffico
Articolo a cura di

Nella serata di ieri, domenica 28 ottobre, genitori e studenti sono stati raggiunti da una notizia alquanto inaspettata: la chiusura delle scuole in diverse città d'Italia. Il motivo è tutto da ricercare nell'allerta meteo diramato dalla Protezione Civile in alcune regioni del centro-nord, dove il maltempo - con pioggia e vento forte - sta imperversando già da ore.
Ad "aprire le danze" degli istituti chiusi (compresi asili nido e scuole dell'infanzia) per sicurezza è stata la capitale, Roma, dove sono previsti forti venti e temporali intensi. Al momento, oltre ad alcune strade chiuse, non si registrano problemi critici, la metro funziona regolarmente, mentre in superficie si registrano ritardi per le linee 89-160-161-490-495 a causa di un intervento di rimozione rami in viale Washington.

Torrenti sotto stretta osservazione

Osservata speciale nella giornata di oggi è soprattutto la Liguria, dove le piogge hanno raggiunto nelle ultime ore i 400 mm in provincia di Genova. Sulla Regione grava un allerta rosso, il peggiore, dal Bisagno al Polcevera i torrenti sono stretta osservazione, mentre sulla costa si temono mareggiate importanti. L'allerta andrà avanti fino alle 18 di oggi, mentre sul levante scatterà dalle 12:00 alle 21:00.
Problemi di viabilità anche sulla A22 fra Vipiteno e il Brennero, un tratto ora riaperto al traffico in entrambe le direzioni dopo una frana che ha coinvolto 6 vetture. Tensione anche in Veneto, dove le scuole potrebbero restare chiuse anche nella giornata di domani (almeno a Padova e Verona). Qui le condizioni meteo ricordano quelle dell'alluvione del 2010, il governatore Luca Zaia è però convinto di avere tutto sotto controllo, grazie a un'Unità di Crisi già in funzione da diverse ore, una "macchina efficiente e collaudata".
Problemi anche al sud, in Calabria, dove si sta combattendo contro alberi caduti, strade allagate e conseguenti deviazioni. Nella serata di ieri è stata interrotta la statale 106 fra Cariati (CS) e Torretta di Crucoli (KR) per l'esondazione del fiume Nicà, cosa che ha inciso fortemente sulla viabilità - creando code di svariati chilometri.

Possibile peggioramento

È brutto da scrivere, ma il peggio - secondo gli esperti - potrebbe non essere ancora arrivato: la massima intensità dell'attuale tornata di maltempo potrebbe verificarsi fra le 15 e le 18 di oggi, "risparmiando" soltanto Calabria, Basilicata e Puglia. Oltre alla Liguria, l'allerta rossa è attualmente attiva anche in Abruzzo, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, con molte altre regioni in Arancione.
Sul Tirreno sono previste raffiche di vento anche oltre i 100 km/h, in Campania le compagnie di navigazione che operano verso le isole di Capri, Ischia e Procida hanno cancellato diverse corse a causa della pioggia e del vento; nella zona l'allerta meteo è stato allungato fino a domani 30 ottobre. Scuole chiuse anche a Ischia, Forio, Barano, Casamicciola Terme, Serrara Fontana e Lacco Ameno.
Sulle Alpi occidentali invece è prevista neve già dai 1900 metri, con bufere oltre i 2300 metri e accumuli di rilievo oltre i 2500. Il solo aspetto positivo di questa ondata di brutto tempo - proprio a voler vedere il bicchiere mezzo pieno a tutti i costi - riguarda le grandi città, che potrebbero vedere un netto miglioramento della qualità dell'aria. Consolazione forse troppo magra.