Le nuove regole della Formula 1: dal 2021 parte la rivoluzione

Il circus ha ufficializzato, nel weekend che ha visto Hamilton vincere il sesto mondiale, le nuove leggi per la F1 che entreranno in vigore dal 2021.

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Nel weekend che ci ha restituito il primo verdetto di stagione, ovvero la vittoria di Lewis Hamilton del mondiale piloti, la Formula 1 guarda già oltre ma non alla prossima stagione, ma a quella che prenderà il via nel 2021, che segnerà una vera e propria rivoluzione per il circus e le monoposto. Le modifiche toccheranno praticamente tutti gli aspetti: dalla durata delle gare (i weekend saranno più corti) all'aerodinamica delle vetture, passando per il tetto di spesa massimo per ogni costruttore.

I weekend saranno più corti, arriva il Budget Cap

Partiamo con la novità che toccherà maggiormente da vicino gli appassionati, ovvero i weekend di gara, che come abbiamo avuto modo di indicare poco sopra, saranno più corti.
La Formula 1, per ridurre i costi, ha deciso di eliminare la giornata di giovedì che oggi è utilizzata per gli incontri con i media, le interviste e le attività promozionali con gli sponsor. Una scelta che probabilmente non farà felici tutti, in particolar modo coloro che hanno acquistato gli spazi pubblicitari (in primis le televisioni).
Dal 2021 tutte le attività in questione i piloti e le scuderie dovranno effettuarle il venerdì mattina, con conseguente spostamento al pomeriggio delle due sessioni di prove libere, che saranno soggette ad alcune piccole modifiche: se le scuderie decideranno di provare qualche nuova soluzione tecnica in FP1 ed FP2, non potranno usarla nella gara in programma nello stesso weekend. Qualora una squadra volesse utilizzarla immediatamente, dovrà montarla in vettura e presentarla alle verifiche tecniche, con tutti i rischi collegati.
Cambia anche la regola per i nuovi piloti: le scuderie infatti dovranno far correre in almeno due sessioni di prove libere un pilota con meno di due gran premi in carriera.

Come dicevamo poco sopra, sarà introdotto il tetto di spesa per le scuderie, che potranno investire massimo 157 milioni di Euro a stagione (175 milioni di Dollari). Tale importo ovviamente non include le spese di marketing, i costi di esercizio e gestione dell'heritage, e gli ammortamenti di impianti e strutture. È anche prevista l'introduzione di quattro categorie di ripartizione dei costi: listed, che includerà tutti gli oneri per il personale che lavora allo sviluppo del progetto; pezzi standard che sarà uguale per tutti i team; una parte "trasferibile", che abbraccerà tutte le parti che i team potranno rivendersi, e una componente "open source" in cui ognuno metterà a disposizione delle informazioni o materiali su un determinato aspetto delle vettura.
Interessante notare come la componente "trasferibile" sarà sotto osservazione per quattro anni da parte della Federazione e non potrà superare i 36 milioni di Dollari.
l presidente della F1, Chase Carey, ha spiegato che la somma totale è calcolata su una base di 21 gran premi per stagione, e chiaramente è variabile in base alle gare. Non è un segreto infatti che la F1 abbia intenzione di portare il numero dei gran premi a 25. In linea generale, ogni gran premio in più e meno darà diritto a un bonus da 1 milione di Euro sul budget complessivo. Il Budget Cap, secondo i vertici della Formula 1, ridurrà il gap tra le scuderie e porterà a un campionato più accattivante.

Nuova aerodinamica, ma le vetture saranno più lente?

La rivoluzione della Formula 1 passa anche attraverso l'aerodinamica delle vetture, che modificherà l'aspetto delle monoposto. Come si può vedere dalle immagini a corredo dell'articolo, sono presenti delle nuove ali anteriori e posteriori, nuove pance laterali e soprattutto le minigonne. Resta invece sull'ala posteriore il sistema DRS, la cui apertura però sarà regolata in base ai risultati delle prime gare del 2021.


I cerchi saranno da 18 pollici, mentre le gomme targate Pirelli saranno a spalla stretta. Dalla Formula 1 fanno sapere che sono state accolte le richieste dei promoter che avevano a gran voce sollecitato le scuderie affinché riducessero l'aerodinamica per favorire lo spettacolo.

L'aumento delle dimensioni dei cerchi, che attualmente sono da 13 pollici, si aggiungerà a un nuovo fondo per la carrozzeria, per facilitare i sorpassi anche quando perdono la scia di un'altra monoposto. Dal 2021 è prevista una perdita solo del 5-10% di carico aerodinamico in scia, rispetto al 50% delle vetture odierne.

Ai team sarà data minore libertà di cambiare le parti durante il weekend, e sono state standardizzate alcune componenti come la pompa di benzina e la copertura al centro della ruota, che sarà uguale per tutte le scuderie.
Complessivamente, è previsto un aumento del peso di circa 25 chilogrammi rispetto a quelle che sfrecciano oggi sui circuiti, per un totale di 685 chilogrammi ad esclusione di pilota e liquido: alcune analisi hanno calcolato una riduzione della velocità di circa 3 secondi.
Nell'ottica di rendere la Formula 1 più ecosostenibile, la Federazione ha stabilito che carburante e olio saranno composti al 20% da materiali rinnovabili. Cosa pensate di queste nuove regole? Discutiamone come al solito nei commenti in basso...