Le migliori auto del Salone di Parigi 2018, fra omaggi al passato e futuro

SUV, concept car, super sportive e aggressivi crossover: scopriamo le migliori auto del Salone di Parigi 2018, fra passato, futuro ed elettricità.

speciale Le migliori auto del Salone di Parigi 2018, fra omaggi al passato e futuro
Articolo a cura di

Il Salone di Parigi manterrà le sue porte aperte fino al 14 ottobre, i grandi marchi mondiali hanno però già svelato i prodotti più attesi, siamo così già in grado di fare un primo bilancio e vedere cosa ci ha colpito maggiormente. Iniziamo dal ritorno di un grande classico, la nuova BMW Serie 3, che pur non essendo la vettura più sconvolgente e innovativa del salone ha comunque convinto la stampa e molti appassionati.
Più che per il suo design esterno, che appare come un mix lineare di elementi di casa BMW, l'abitacolo della nuova Serie 3 è davvero un concentrato di comfort e tecnologia. La cura dei dettagli del produttore tedesco ha raggiunto nuove vette, inoltre il Live Cockpit con l'infotainment gestito dal BMW OS 7.0 rende ogni funzione a portata di mano (e di voce).


Passato e futuro

Impossibile poi non nominare alcun SUV, e fra tutti l'Audi SQ2 ha davvero monopolizzato l'attenzione.
Parliamo infatti di una vettura solida e compatta, che sotto il cofano monta un motore 2.0 turbo da circa 310 cavalli preso in prestito dalla S3, capace di accelerare da 0 a 100 km/h in appena 4.8 secondi. L'auto ci ha convinto anche per il suo design aggressivo e caratteristico, fra curve e spigoli appena accennati. Certo il prezzo non è propriamente per tutte le tasche, siamo oltre i 40.000 euro, ma poteva andare decisamente peggio.

Gli amanti del brand Porsche poi avranno sicuramente adorato il 911 Speedster, che ottiene una linea di produzione vera e propria - anche se ne verranno creati soltanto 1948 esemplari.
Dal tipico colore Guards Red agli interni a contrasto rosso/nero, passando per gli iconici e ipnotici faretti di posizione rossi e gli specchietti "a goccia". Un'auto che celebra i 70 anni della Porsche 356 in grande stile.

Parola d'ordine: elettricità

Tornando con i piedi per terra, bisogna menzionare la nuova Citroen DS3 Crossback, SUV compatto che arriverà anche in versione elettrica. Intrisa fino al midollo del DNA DS3", come dichiarato dal designer Thierry Metroz, questo nuovo crossover non ha paura di sfidare la concorrenza (anche più blasonata e lussuosa come BMW e Audi) con un design eccezionale e una cura per i dettagli maniacale, oltre a un prezzo alquanto aggressivo che dovrebbe aggirarsi attorno a una base di 24.000 euro.
Senza uscire dal territorio francese, la Peugeot e-LEGEND ha dimostrato dove sono finiti tutti gli investimenti del marchio degli ultimi anni. Il risultato è una macchina muscolosa sospesa fra passato e futuro, tra il vecchio e il nuovo continente, che traghetterà Peugeot in una nuova era.

A proposito di concept, Renault ci ha davvero fatto viaggiare nel tempo con la sua EZ-Ultimo, auto 100% elettrica e autonoma destinata al mercato del lusso. Al suo interno troviamo un vero e proprio salotto rifinito in legno, con richiami alla classica architettura haussmanniana e sedili (sarebbe meglio dire poltrone) in pelle. All'esterno sembra una vettura uscita da un romanzo fantascientifico, pronta a spiccare il volo da un momento all'altro, per questo però non è ancora pronta all'atto pratico.
Continuando a parlare di elettricità, chiudiamo con il nuovo crossover Mercedes-Benz EQC, veicolo a zero emissioni che lancia il guanto di sfida alla Model X di Tesla e alla I-Pace di Jaguar, offrendo autonomia e prestazioni. A fronte di 450 km 100% elettrici, ben 402 cavalli e un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 5 secondi.