Le auto più attese del 2019: calano le proposte tradizionali, vincono le ibride

Vediamo insieme quali sono le auto più attese del 2019, un anno "di passaggio" per molti, che potrebbero passare all'elettrico.

speciale Le auto più attese del 2019: calano le proposte tradizionali, vincono le ibride
Articolo a cura di

Il 2019, ormai alle porte possiamo dire, sarà un anno particolare per il settore auto. Produttori e utenti dovranno infatti vedersela con una stretta sempre più serrata sui motori diesel, con l'avanzamento delle vetture ibride (plug-in e non) e le elettriche sempre più convenienti, dal punto di vista delle autonomie (ma con tanto lavoro da fare rispetto alle infrastrutture italiane, i prezzi e gli incentivi). Vediamo dunque quali sono i modelli più attesi per l'anno a venire.
Partiamo da BMW, che avrà a listino uno dei SUV più attesi: il BMW X7. L'auto sarà rinnovata nel profondo, diventerà più moderna rispetto ai modelli precedenti e sarà farcita con gli ultimi sistemi di sicurezza e assistenza disponibili. Sul fronte motorizzazioni, resiste sia la benzina che il gasolio, con un V8 4.4 litri a doppia sovralimentazione e un 3.0 turbodiesel.

Le novità della casa tedesca continuano con la nuova BMW X6, che riprenderà diversi elementi dall'attuale X5. Sarà più alta dei modelli precedenti e avrà un aspetto decisamente più muscoloso, con un motore benzina da 3.0 litri e 340 cavalli e un diesel 3.0 da 265 e 400 cavalli, entrambi 6 cilindri.

Fra ibrido ed elettrico

Restiamo in Germania e passiamo ad Audi, che ha in cantiere ben tre modelli. Il più atteso è probabilmente il SUV Q5 Plug-in, con virtual cockpit, linee sinuose e consumi ridotti - con l'aggiunta di una piccola autonomia 100% elettrica.
Più fedele alla tradizione invece l'Audi Q3 2019, una seconda generazione che diventa più aggraziata rispetto alla prima, perdendo qualche centimetro in altezza e guadagnando in aerodinamica. La vera rivoluzione è però all'interno, con un virtual cockpit ridisegnato e di serie da 10,25" e il sistema per l'infotainment MMI Touch.
Audi ha pensato anche alla comodità estrema, con l'A6 AllRoad. Parliamo di una station wagon fra le più amate del mercato, che si ripresenta al pubblico con nuovi fari LED e diverse novità che attendono soltanto un annuncio ufficiale da parte dell'azienda.
Sappiamo sicuramente di più sull'Audi E-Tron Sportback, 100% elettrica che eroga fino a 408 cavalli e vanta 400 km di autonomia, con un'accelerazione 0-100 possibile in appena 4,6 secondi.

Un assaggio di futuro

In casa Toyota c'è poi grande fermento per il nuovo RAV4 2019, che diventa completamente ibrido. L'unica versione disponibile sarà infatti la Hybrid Sinergy Drive, con cambio automatico CVT Direct Shift a 8 rapporti e un propulsore elettrico affiancato a un classico benzina da 2.5 litri.
In arrivo anche la nuova Toyota Supra, che dovrebbe montare un 4 cilindri V6 bi-turbo da 400 cavalli, e la Toyota Auris, anch'essa ibrida con motori elettrici e benzina da 122 e 180 cavalli.
Diventa ibrida anche la Jeep Renegade Plug-in, che potrebbe arrivare sul mercato anche in versione 100% elettrica. Molto agguerrita anche Skoda, che vuole "reinventare" il crossover urbano con il Vision X e azzannare il segmento C con la Skoda Scala. Quattro i nuovi modelli previsti nel 2019 per Volvo, con la nuova V40 disponibile a benzina e diesel, la nuova S40, evoluzione a tre volumi della V40, la V60 2019 ad alte prestazioni disponibile anche in versione ibrida, la S60 2019, tre volumi dal design estremamente elegante.
In casa Volkswagen c'è grande attesa per il nuovo T-Cross, costruito sul pianale modulare MQB A0. Con le motorizzazioni si parte dall'1.0 TSI da 95 e 115 cavalli, si passa per l'1.5 TSI da 150 cavalli e si finisce con il Turbodiesel TDI 1.6 da 95 cavalli.
Arriverà poi la Volkswagen Arteon, che mescola un istinto sportivo a un'anima più familiare, con declinazioni da 150 e 190 cavalli, prima che la scena venga conquistata da un grande classico: la nuova Golf 2019.
Per la sua auto più famosa, sembra che il gruppo VW abbia puntato sulle versioni ibride e 100% elettriche, integrando il nuovo cockpit digitale. La Golf dovrà vedersela con la nuova Opel Corsa, anche se proposta con motori tradizionali; per la versione elettrica bisognerà aspettare il 2020, con preordini possibili da metà 2019.

Sul fronte Mercedes-Benz, grande attesa per il SUV EQC, prima vettura di una gamma completamente elettrica che riempirà i listini della casa da qui a pochi anni.
Con la EQC si parla di oltre 450 km di autonomia, ben due propulsori elettrici asincroni, trazione integrale, 408 cavalli e un'accelerazione da 0 a 100 possibile in appena 5,1 secondi. Probabilmente una delle vetture 2019 che meglio anticipa il prossimo futuro, che dovrebbe però costare attorno ai 100.000 euro.