La Volkswagen ID.3 dichiara guerra a Francoforte: una EV contro tutti

La Volkswagen ID.3 è ormai pronta a dichiarare guerra al mercato elettrico presentandosi a Francoforte, a meno di 30.000 euro e fino a 550 km di autonomia.

speciale La Volkswagen ID.3 dichiara guerra a Francoforte: una EV contro tutti
Articolo a cura di

Il prossimo 12 settembre prende vita l'atteso Salone di Francoforte 2019, che andrà avanti senza sosta fino al giorno 22. Dieci giorni intensi di nuove presentazioni e prove di guida, con i visitatori che potranno ammirare da vicino - oltre che toccare con mano - la nuova Honda E, la citycar completamente elettrica che apre una nuova era in casa Honda, ma soprattutto l'attesissima Lamborghini ibrida, che per forza di cose sarà diretta rivale della Ferrari SF90 Stradale presentata appena pochi mesi fa.
L'IAA 2019 sarà un appuntamento fondamentale anche per il Gruppo VW, che presenterà al mondo la nuova Volkswagen ID.3. A poche ore dal reveal ufficiale, con l'auto alla mercé del pubblico senza livree camouflage, il marchio tedesco ha svelato tutte le caratteristiche ufficiali della vettura, andiamo dunque a scoprire in anteprima cosa dobbiamo aspettarci e come va a posizionarsi - in termini di prestazioni e prezzo finale - questa nuova elettrica dalle grandi ambizioni.

Guerra aperta

Come già anticipato settimane fa, la nuova Volkswagen ID.3 è costruita sulla nuova piattaforma elettrica modulare del Gruppo VW: la MEB. Una piattaforma all'avanguardia che presto sarà concessa in licenza a produttori terzi, che potrebbero così ritrovarsi un'avanzata struttura già pronta per l'integrazione delle batterie e lanciare sul mercato modelli a prezzi (si spera) vantaggiosi.
Questa però sarà una fase successiva al progetto ID di Volkswagen. Progetto che inizia con la ID.3 First Edition, un'edizione limitata a soli 30.000 esemplari che offre un equipaggiamento di alto livello. Ma passiamo all'aspetto più importante per un'auto elettrica: l'autonomia. La ID.3 si presenta sul mercato con tre step differenti, per adattarsi a un pubblico più ampio possibile (anche dal punto di vista del portafogli): la variante più piccola, con 330 km di autonomia, monta una batteria da appena 45 kWh, il che indica un ottimo rapporto capacità/km e una valida ottimizzazione effettuata di VW (il SUV Audi e-Tron percorre 400 km con 95 kWh, anche a causa del suo peso, per intenderci).
La ID.3 top gamma monta una batteria da 77 kWh netti e garantisce 550 km WLTP, mentre nel mezzo troviamo la versione con batteria da 58 kWh, che potrebbe diventare la più venduta. Tutte le suddette batterie supportano la ricarica rapida fino a 100 kW, il che si traduce in 290 km ricaricati in soli 30 minuti, inoltre Volkswagen garantirà la capacità delle batterie (questa non dovrebbe scendere al di sotto del 70%) per 160.000 km oppure 8 anni, un'iniziativa che potrebbe convincere una buona parte del pubblico a fare il grande salto.

Meno di 30.000 euro

Ma quanto costerà la nuova Volkswagen ID.3 che vedremo a Francoforte? Per le caratteristiche che offre, la vettura avrà un prezzo alquanto aggressivo, almeno nella sua variante base: meno di 30.000 euro, una bella svolta nel panorama elettrico, famoso per essere incredibilmente costoso. Anche in termini di potenza la ID.3 saprà convincere molti appassionati, con un singolo motore elettrico da 150 kW, l'equivalente di 204 CV. La produzione della vettura inizierà proprio a fine 2019 e sarà disponibile sul mercato entro la metà del 2020.
Volkswagen si è impegnata molto anche nel seguire le sue vetture elettriche nel post-vendita, grazie alla sua rete ( e accordi con specifici produttori) promette infatti di ricaricare le sue ID.3 con energia rinnovabile lungo tutto il ciclo di vita, così che anche i più fervidi sostenitori dell'ambiente possano sostenere la vettura. Ma come si pone la Volkswagen ID.3 all'interno del mercato attuale?

Il marchio tedesco è sicuramente uno dei più agguerriti del momento, non è spaventato neppure da Tesla, che offre la sua Model 3 entry level a partire da poco più di 48.000 euro. Portando l'asticella del prezzo al di sotto dei 30.000 euro, con 330 km di autonomia, la ID.3 potrebbe convincere moltissimo pubblico cittadino stanco di affidarsi ai carburanti tradizionali. Inoltre un motore da oltre 200 CV e una buona coppia subito disponibile rende la ID.3 sicuramente un'auto divertente da guidare in ogni situazione - almeno sulla carta, non vediamo l'ora di testarla nel mondo reale.

Probabilmente la vera sfida sarà con la nuova Renault Zoe, sia in termini di prezzo che di autonomia, con la vettura francese in grado di offrire 390 km con una sola carica. Le Tesla sono destinate a rimanere di una categoria superiore, sarà difficile per la ID.3 rosicchiare fette di mercato alla berlina di Elon Musk, ma forse non è neppure questo che VW vuole.
Il brand tedesco punta chiaramente a quella fascia di pubblico attratta dall'elettrico ma non del tutto convinta, che ha meno di 50.000 euro da spendere e non ha bisogno di tutta la tecnologia offerta dell'azienda californiana. Una strategia che potrebbe valere il dominio del mercato EV di massa, ancora tutt'altro che saturo e alla ricerca di un'identità, con modelli forti e iconici, perfettamente riconoscibili. La ID. 3 potrebbe inaugurare una nuova era anche da questo punto di vista, ma solo il tempo saprà dirlo.