Ginevra apre alle city car elettriche: le auto EV finalmente accessibili?

Buone notizie dal Salone di Ginevra: l'auto elettrica potrebbe presto diventare accessibile a tutti grazie a Honda, Peugeot, Fiat ma anche Volkswagen.

speciale Ginevra apre alle city car elettriche: le auto EV finalmente accessibili?
Articolo a cura di

Il Salone di Ginevra 2019 aprirà i battenti al pubblico il 7 marzo, lasciandoli aperti fino al 17 dello stesso mese, la stampa specializzata ha però già avuto accesso ai padiglioni, i quali hanno svelato decine di novità insieme a qualche buona notizia. Com'era prevedibile, il salone svizzero di quest'anno è quasi interamente incentrato sulla tecnologia ibrida e sull'elettricità, categorie in costante sviluppo alle quali anche il Gruppo FCA si è infine piegato - con un ritardo che potrebbe costare caro nei mesi e anni a venire. Partiamo proprio da FCA e dall'Alfa Romeo Tonale, un SUV compatto ibrido plug-in che offre una piccola autonomia elettrica, puntando soprattutto a un pubblico "cittadino".
L'auto conserva il puro DNA Alfa Romeo, con un aspetto aggressivo e accattivante, costruita con materiali premium che la porteranno in una fascia di prezzo certamente medio-alta. Una vettura dal potenziale infinito che però è ancora sotto forma di concept, che avrà bisogno ancora di molto tempo per vedere la luce. Un destino condiviso con la Fiat Centoventi, ovvero l'evoluzione elettrica dell'attuale Panda.

Una "Panda" elettrica

Anche in questo caso possiamo parlare soltanto di concept, di un'auto che necessita ancora di molto sviluppo prima di essere commercializzata. I primi dettagli ufficiali però fanno ben sperare: sappiamo tutti come la Fiat Panda sia da circa un decennio l'auto più venduta in Italia, ebbene questa erede elettrica può offrire un range di autonomia da 100 a 500 km (a seconda del pacco batterie scelto), è inoltre pienamente personalizzabile grazie al programma 4U, che mette a disposizione 4 tettucci, 4 paraurti, 4 copriruota e 4 pellicole esterne. Un'utilitaria elettrica che avrebbe potuto dare una vera sterzata al mercato, soprattutto con l'entrata in campo dell'Ecobonus, ma che al momento può solo osservare le mosse della concorrenza.
Concorrenza che finalmente sta portando sul mercato 100% elettrico delle sane utilitarie, il segmento a oggi più carente. A Ginevra l'attenzione è rivolta soprattutto alla Honda e-Prototype, vettura EV dal design futuristico e minimale (anche negli interni), piena di tecnologia (mancano ad esempio i classici specchietti retrovisori, sostituti da telecamere), 160 km di autonomia e ricarica veloce 0-80% in 30 minuti.
Riflettori puntati anche sulla Nuova Peugeot e-208, vettura dal design più tradizionale ma con all'interno una batteria da 50 kWh e 340 km di autonomia secondo lo standard WLTP. La Honda si potrà preordinare già a partire dalla prossima estate, mentre la e-208 sarà commercializzata in autunno.

EV per tutti

Attenzione massima anche rispetto alla piattaforma elettrica modulare MEB del Gruppo Volkswagen, che proprio a Ginevra è diventata aperta a terzi. Significa che la tecnologia sviluppata dal polo tedesco, un pianale per il contenimento delle batterie facilmente adattabile a diversi tipi di vetture, potrà presto esser concesso "in licenza" ad altre aziende e start-up.
È dunque lecito aspettarsi l'arrivo in massa di modelli di fascia medio-bassa, pronti a monopolizzare una fascia d'utenza che non ha troppe pretese. Il primo partner di questo grande progetto industriale è e.GO, che già oggi offre la piccola citycar 4 posti e.GO Life a 15.900 euro (9.900 con l'Ecobonus) e in futuro potrebbe guadagnare sempre più mercato - con diverse società "clone" pronte a offrire veicoli simili.

È ancora presto per formulare delle conclusioni, tuttavia la scelta di Volkswagen di aprire la sua piattaforma MEB a terzi potrebbe davvero rendere le auto elettriche alla portata di tutti, annullando il gap commerciale con le vetture tradizionali. Al di là dei grandi produttori, che hanno da rispettare diversi standard qualitativi e prezzi di listino, sono proprio le realtà emergenti che possono aiutare la tecnologia EV a diffondersi a macchia d'olio.
Attualmente il mercato è pieno (o sta per riempirsi) di SUV e berline elettriche di alta fascia, mentre mancano come l'aria utilitarie e citycar a 0 emissioni, proprio il segmento che più va a nozze con le autonomie elettriche e il loro carattere ecologico. Con il Salone di Ginevra 2019, anche quest'ultimo tabù potrebbe esser caduto definitivamente, a questo però risponderà il mercato negli anni a venire.