La Ford Mustang Mach-E GT un anno dopo: sempre più matura?

Abbiamo guidato una Ford Mustang Mach-E GT dopo i recenti aggiornamenti software: ecco cosa abbiamo trovato di nuovo.

La Ford Mustang Mach-E GT un anno dopo: sempre più matura?
Articolo a cura di

Nel 2022 abbiamo intrapreso un viaggio lungo 4.500 km con la Ford Mustang Mach-E GT, una vettura elettrica dall'aspetto fiero e muscoloso che al di sotto della sua carrozzeria (in quell'occasione in colorazione Grabber Blue) nasconde due motori elettrici da 487 CV di potenza combinata. Una configurazione AWD estremamente divertente da guidare, sicura anche grazie a freni Brembo di eccellente fattura.
Da quel viaggio è passato parecchio tempo e Ford ha avuto tempo di applicare qualche piccola correzione alla sua elettrica top di gamma, aggiornando il sistema operativo interno e non solo. A oltre un anno di distanza dalla nostra prova originale abbiamo deciso di guidare una Ford Mustang Mach-E GT MY2023 (questa volta in colorazione Rapid Red) per capire quali cambiamenti fossero stati applicati dall'ovale blu e se ancora oggi la vettura fosse in grado di regalare un'esperienza solida e robusta ai propri utenti.

Una Ford Mustang Mach-E dal software migliorato

Esteticamente, com'è facile immaginare, non è cambiato nulla, non c'è stato alcun aggiornamento prodotto da parte di Ford, che nel frattempo ha però lavorato sul software di bordo e - almeno secondo la nostra esperienza - e sulla calibrazione dei pedali. La nostra Ford Mustang Mach-E GT del 2022 aveva una risposta del freno davvero "brutale", appena si sfiorava il pedale le pinze Brembo mordevano i dischi e si provava la sensazione di inchiodare costantemente.

Con la versione MY2023 ci siamo trovati molto meglio, con i pedali calibrati in maniera decisamente più fine. Come anticipavamo sopra però i maggiori cambiamenti sono stati software: con la Mach-E Ford ha lasciato debuttare il nuovo OS SYNC 4 (le novità del Ford SYNC 4 al lancio) che, al lancio, si presentava con un'interfaccia grafica un po' sterile e dall'aspetto vagamente retrò. Con l'aggiornamento applicato nel corso del 2023 la grafica è cambiata leggermente, nonostante la struttura del sistema sia rimasta invariata.

Se in origine avevamo un singolo tasto "Mustang" in alto a sinistra per accedere a tutte le opzioni del veicolo, adesso i tasti disponibili sono diventati quattro, cinque se è attiva la Smartphone Replication. Il tasto Home ci mostra le feature principali del veicolo, il primo pannello visualizzato riguarda ad esempio le modalità di marcia, che ora sono Whisper, Active e Untame, modificato rispetto all'originale Untamed. In questo pannello si accede anche al One Pedal Drive, al Suono Propulsione (uno dei migliori disponibili in circolazione) e all'Auto Hold.

Sulla sinistra si ha poi accesso a diversi ambiti come la gestione del suono, i telefoni connessi, le funzioni di Guida Assistita e molto altro. A proposito di telefoni connessi: il sistema permette il funzionamento di Apple CarPlay e Android Auto wireless, con la prima connessione ancora veloce e semplice. Ciò che dovrebbe rivedere Ford è forse l'associazione della vettura all'app FordPass, secondo noi ancora poco intuitiva e macchinosa.

Sempre nel pannello Home si può scorgere un'altra interessante novità: sulla Mach-E è arrivato Alexa, l'assistente vocale di Amazon che ci apre un mondo di possibilità - possiamo infatti controllare con la voce qualsiasi dispositivo compatibile con la piattaforma. Tornando ai tasti principali posti in alto, Ford ci dà la possibilità di accedere alle impostazioni avanzate, di avviare subito le telecamere di bordo (con vista a 360 gradi) oppure di gestire Alexa.
Al di là di queste novità, il sistema operativo sembra più o meno simile a prima, la grafica è stata "ammorbidita" e stondata in alcuni punti ma la struttura è rimasta simile alle origini.

Cavalli di razza

Anche a livello di dinamica di guida ed efficienza non è cambiato praticamente nulla rispetto al passato, ancora oggi infatti è difficile portare i consumi della Ford Mustang Mach-E GT al di sotto dei 20 kWh/100 km sul ciclo misto, del resto la potenza e il peso si fanno sentire in qualsiasi occasione.

Di certo l'ammiraglia elettrica dell'ovale blu offre un'esperienza di alto livello nonostante sia ormai passato un po' di tempo dal lancio ufficiale, un veicolo inarrestabile grazie ai potenti motori a zero emissioni e alla trazione integrale. Il trim GT potrebbe magari essere eccessivo per un buon numero di utenti, la gamma Mach-E è in ogni caso ampia e offre soluzioni eccellenti come la Extended Range RWD a motore singolo, il modello con più autonomia in assoluto che ha anche un buono spunto in accelerazione - che abbiamo provato giusto qualche settimana fa prima della GT MY2023.

Il "cavallo imbizzarrito" totalmente elettrico di Ford inizia così il 2024 senza temere la concorrenza, grazie a un carattere unico e a un'offerta versatile, la cui vera spina nel fianco rimane soltanto il listino. Guardando all'inventario dei modelli disponibili, aggiornato al 10 gennaio 2024, il miglior prezzo possibile per una Ford Mustang Mach-E è 59.900 euro grazie alla variante Standard Range RWD, mentre la GT si può avere spendendo dagli 82.900 euro a salire. I cavalli di razza dal DNA selvaggio si pagano...