Fiat Mobi e Toro, i nuovi modelli che non arriveranno mai in Italia

Fiat da molti anni è uno dei maggiori protagonisti del mercato brasiliano e ha di recente presentato in questo paese una piccola utilitaria ed un pick-up dalle interessanti caratteristiche.

speciale Fiat Mobi e Toro, i nuovi modelli che non arriveranno mai in Italia
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Fiat continua ad essere leader assoluto in Brasile anche nel 2015 con il 17,73% del mercato, piazzandosi davanti a General Motors, con una quota del 15,66%, e alla Volkswagen, ferma al 14,51%. La Casa automobilistica italiana vende, e in questo Paese sono numerosi i modelli di varie categorie molto apprezzati dai consumatori. Tra le auto più vendute sul mercato brasiliano ci sono, infatti, la Palio con 122 mila immatricolazioni, la Uno con 79 mila immatricolazioni e la Siena con 59.000 vendite. Modelli praticamente sconosciuti dalla maggior parte dei consumatori nostrani ad eccezione della Uno, brand che però in Sud America identifica una vettura mai arrivata in Italia. Si tratta di un'auto prodotta dalla FIAT per il mercato sudamericano dal 2010 e che riprende il nome del modello omonimo prodotto negli anni ‘80, ma ora con un design che ricorda quello della nuova Panda. Tra gli ultimi modelli presentati in Brasile ci sono anche Mobi e Toro, un'economica utilitaria ed un aggressivo pick-up, vetture che, come la nuova Uno, probabilmente non arriveranno mai in Italia.

Fiat Mobi, l'economica city car dal look simpatico

Presentata qualche giorno fa, la nuova Mobi è l'ultima proposta del costruttore italiano per il mercato sudamericano. Si tratta di una piccola citycar che riprende vagamente le forme dell'ultima generazione della Panda, con uno stile moderno e simpatico. Il muso è caratterizzato da fari di grandi dimensioni, dalla forma decisamente elaborata, con un paraurti dal look grintoso. Nella fiancata troviamo passaruota sporgenti, con una profonda scalfatura laterale, mentre in coda il portellone è sostituito da un unico elemento in vetro.
La Fiat Mobi ha un abitacolo in grado di ospitare cinque persone, una lunghezza di 356 cm, una larghezza di 163 cm ed è alta 155 cm, con una capacità di carico che va dai 215 ai 235 litri ed un peso di 907 kg. La Panda, volendo fare un rapido confronto, è lunga nove centimetri in più ed ha un bagagliaio di 10 litri più ampio. Disponibile in vari allestimenti, la Mobi può essere equipaggiata con vari accessori, dai cerchi in lega da 14 pollici ai fari fendinebbia, oltre ad altri equipaggiamenti basilari. Per quanto riguarda i prezzi si parte da 31.900 real, circa 8.000 euro, del modello base, fino ad arrivare ad oltre 11.000 euro per la versione più accessoriata. Dal punto di vista meccanico, l'unico motore disponibile è un quattro cilindri Fire Evo Flex 1.0 con una potenza di 75 CV, alimentato anche con una miscela di etanolo (carburante ampiamente diffuso in Brasile), mentre il cambio è un classico manuale a 5 marce.
La nuova vettura di Fiat passa da 0 a 100 km/h in 13,8 secondi sfruttando l'etanolo, mentre sono necessari 14,6 secondi con l'alimentazione benzina, con una velocità massima di 153 chilometri orari. Sotto il profilo delle dotazioni tecniche, la Mobi è stata equipaggiata con sospensioni McPherson all'anteriore, freni a disco davanti e a tamburo posteriori. L'abitacolo rispecchia la natura economica della vettura, con l'utilizzo di plastiche di bassa qualità. La strumentazione è molto semplificata con un display LCD monocromatico da 3,5 pollici per il guidatore che mostra le varie informazioni del computer di bordo. Ricordiamo, infine, la console centrale che può ospitare un sistema d'infotainment Mopar con display da 6 pollici, GPS, connessione Bluetooth e porta USB.

Fiat Toro, l'aggressivo pick-up sudamericano

I pick-up sono mezzi molto diffusi in tutto il continente americano. Per questo motivo Fiat ha voluto lanciare in questo mercato il Toro, una nuova proposta che sfrutta le tecnologie di Jeep, brand che fa parte, come noto, del gruppo FCA. Il Toro è un mezzo con una doppia anima, un sofisticato SUV basato sulla Jeep Renegade, ma anche un pratico mezzo da lavoro in grado di trasportare grossi carichi, anche in fuoristrada.
Dal punto di vista estetico, il frontale di questo veicolo ricorda il Cherokee, sempre realizzato da Jeep, con una fanaleria dal look estremamente moderno ed aggressivo. Le luci anteriori sono soprannominate "occhio di toro" e sono disposte su due livelli: quello superiore a LED per l'illuminazione diurna, mentre quello inferiore con lampade tradizionali e che integra le luci anabbaglianti e abbaglianti. Molto raffinata risulta anche la grossa calandra formata da elementi esagonali con un doppio listello orizzontale. Lateralmente le linee sono quelle tipiche di un pick-up, mentre per il portello del vano di carico è stata utilizzata una soluzione a doppio battente.
Fiat Toro è lungo 4.915 mm, largo 1.844 e alto tra i 1.735 e 1.746 mm e con un passo di 2.990 mm. Un mezzo che si adatta bene anche alla guida in fuoristrada grazie all'altezza da terra di 20,6 cm sull'anteriore e di 27,9 cm sul posteriore. La capacità di carico del cassone è di 650 Kg per la versione con motore a benzina e di 1.000 kg per il diesel. Anche gli interni sono molto curati con il sistema d'infotainment Uconnect, il touchscreen da 5 pollici, la telecamera posteriore ed il climatizzatore bizona.
ll Fiat Toro fa ampio uso di acciai ad alta resistenza che consentono maggiore rigidità strutturale e garantisce un comportamento su strada, secondo le dichiarazioni di Fiat, identico ad un SUV tradizionale, grazie anche alle sospensioni di tipo McPherson all'anteriore e multilink al posteriore.

Questo pick-up è commercializzato per il momento con una carrozzeria a quattro porte e con due tipi di motorizzazioni. Si parte da un benzina 16V da 1.800 cc con potenza massima di 132 CV, associato ad un cambio automatico e ad una trasmissione a due ruote motrici. Si tratta della versione base, che in Brasile ha un costo di 77.800 real, pari a circa 19.000 euro. Al top della gamma troviamo, invece, la variante con motore diesel da 2.000 cc con una potenza da 170 CV. Questo propulsore può essere accoppiato sia alle due che alle quattro ruote motrici e, nell'allestimento più costoso con il cambio automatico, è disponibile intorno ai 29.000 euro. Come già detto in precedenza, questo pick-up è disponibile solo in Sud America e non dovrebbe giungere sul mercato italiano. Per chi fosse interessato a queste particolari vetture ricordiamo che Fiat ha di recente presentato il Fullback, pick-up basato sul pianale della Mitsubishi L200, che arriverà sul mercato europeo nel mese di maggio.

Fiat Analizzando la gamma dei modelli Fiat venduti in Brasile, si possono osservare immediatamente evidenti differenze con le vetture disponibili nel nostro Paese. Accanto a modelli molto noti come Punto e 500 troviamo, infatti, auto praticamente sconosciute o da tempo fuori produzione in Italia. Ricordiamo, in particolare, la nuova Fiat Uno venduta in Brasile a partire dal 2010 e ora proposta con un nuovo look dalle forme moderne, o la Idea, vettura da anni assente dal mercato italiano, ma ancora presente in quello sudamericano. Mercato che vede ora arrivare due interessanti modelli che con molta probabilità non vedremo nel nostro Paese, la Mobi, una simpatica ed economica utilitaria, ed il Toro, un pick-up dalle forme aggressive e molto moderne.