Ferrari SP38, una nuova e unica opera d'arte su quattro ruote

Dal reparto One-Off del Cavallino Rampante arriva una nuova vettura realizzata in un unico esemplare per un facoltoso e misterioso cliente Ferrari.

speciale Ferrari SP38, una nuova e unica opera d'arte su quattro ruote
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

La Ferrari SP38 è l'ultima vettura nata del programma One-Off del Cavallino Rampante: il reparto è conosciuto in tutto il mondo per le sue personalizzazioni estreme, commissionate su indicazione di facoltosi clienti che non si accontentano dei "normali" modelli di serie prodotti a Maranello. Realizzati in un unico esemplare (one-off, appunto), queste vetture possono essere considerate delle vere e costosissime opere d'arte su ruote. La SP38 è l'ultima di queste dolci e bellissime follie. Scopriamo nel dettaglio tutte le sue caratteristiche.

Ferrari SP38: Design

La Ferrari SP38 basa la sua meccanica su quella della 488 GTB ma con uno stile estetico totalmente ripensato per l'occasione. Il frontale ricorda infatti quello della J50, vettura realizzata in soli 10 esemplari e prodotta per festeggiare i 50 anni della Casa italiana sul mercato nipponico. In particolare ritroviamo i fari dalla forma sottile sviluppati in orizzontale, un muso che ricorda uno squalo, un cofano in fibra di carbonio con passaruota di generose dimensioni. Lo splitter, sempre in fibra di carbonio, si ispira alla 308 GTB e integra le luci diurne a LED. Particolarmente curata anche la fiancata, con un profilo sulla portiera che si raccorda nella parte posteriore con il tetto, nascondendo così la presa d'aria laterale del motore. Spiccano i montanti anteriori neri e una zona posteriore che riprende alcuni elementi stilistici della mitica F40. Il cofano motore, pensato come un unico grande elemento, è infatti realizzato con tre vistose lamelle trasversali per disperdere il calore del propulsore.

Anche lo spoiler non è altro che un vistoso richiamo all'alettone della F40, mentre gli scarichi integrati nel paraurti sono posizionati in alto per non disturbare il flusso d'aria in uscita dall'estrattore posteriore. Grandiosi anche i rivestimenti interni, curati in ogni minimo dettaglio dal programma Tailor Made di Ferrari, e la verniciatura della carrozzeria, realizzata a triplo strato e in un rosso vivo metallizzato creato apposta per l'occasione.

Meccanica e prezzo

Come già accennato, la Ferrari SP38 è basata sul telaio e sulla meccanica della 488 GTB, supercar con motore da 3.902cc a 8 cilindri turbocompresso. Il propulsore, montato in posizione centrale con trazione posteriore, è in grado di erogare una potenza massima di 670 CV a 8000 giri/minuto, con una coppia massima di 760 Nm ad appena 3.000 giri/min. Il motore consente un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 3 secondi netti e permette di raggiungere i 200 km/h in appena 8,7 secondi, con una velocità massima superiore ai 325 km/h. La vettura sarà esposta al pubblico durante il prossimo Concorso d'Eleganza Villa d'Este. Ancora avvolto nel mistero il proprietario, ma alcuni rumor online fanno riferimento a Deborah Mayer, pilota del team svizzero Kessel Racing nei campionati Ferrari Challenge e Michelin Le Mans Cup. Segreto anche il prezzo, ma le ipotesi fanno riferimento a una cifra di almeno quattro milioni di euro.