EICMA 2017: tutte le novità di Ducati, Aprilia, Moto Guzzi e Piaggio

Ecco una rassegna delle moto più interessanti presentate all'EICMA 2017, dalla Ducati Panigale V4 alla Vespa elettrica.

speciale EICMA 2017: tutte le novità di Ducati, Aprilia, Moto Guzzi e Piaggio
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

L'edizione numero 75 di EICMA, il Salone internazionale delle due ruote, si svolge quest'anno alla Fiera di Milano dal 9 al 12 novembre. Un evento a cui partecipano ben 1.626 espositori (il 14% in più dello scorso anno) da più di 40 Paesi diversi con oltre 150 anteprime mondiali.
Tra le tante novità della 75° edizione, ricordiamo lo spazio dedicato all'E-Bike, l'area per le Startup, l'arena esterna MotoLive e il Temporary Bikers Shop.
Scopriamo, quindi, le proposte più interessanti presentate dalle Case italiane ad Eicma 2017 partendo dalla Ducati Panigale V4.

Ducati Panigale V4 e Multistrada 1260

Ducati Panigale V4 è sicuramente la regina di Eicma 2017; una supersportiva derivata direttamente dalla MotoGP con motore V4 da 1.103 cc e 214 CV di potenza massima (226 cavalli sulla Speciale) a 13.000 giri ed una coppia massima di 12,6 kgm a 10.000 giri con l'immancabile distribuzione desmodromica. Propulsore parente stretto del Desmosedici GP, dal quale eredita l'architettura a V di 90° ruotata di 42° all'indietro.
Inedito il telaio denominato Front Frame, evoluzione del monoscocca della 1299 Panigale che utilizza il motore come elemento portante. Per quanto riguarda le sospensioni, sulla Ducati Panigale V4 sono stati inseriti componenti Showa (forcella da 43 mm) e Sachs (ammortizzatore di sterzo e mono) completamente regolabili; sulle versioni S e Speciale sono invece forniti da Öhlins. Decisamente raffinata l'elettronica che include la derapata controllata in frenata, l'ABS Cornering EVO che agisce solo sul freno anteriore (studiato per la guida in pista) e il Quickshift Up&Down EVO, che tiene conto dell'angolo di piega. L'impianto frenante è fornito da Brembo con cerchi Marchesini e pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa SP da 120/70-17 e 200/60-17.
La Ducati Panigale V4 costerà da 22.590 € a 39.900 € per la variante Speciale.

Citiamo brevemente anche la rinnovata Ducati Multistrada 1260 che utilizza il nuovo motore Testastretta DVT da 1262 cc in grado di erogare 158 cavalli a 9750 giri. Modifiche anche per quanto riguarda il telaio con un forcellone più lungo. Aggiornamenti infine anche per l'estetica con nuove alette laterali; nuovo anche il cruscotto LCD da 5 pollici.

Aprilia RX, SX 2018 e RSV4 Factory Works

Aprilia porta alla kermesse milanese le nuove RX e SX; una famiglia composta da 5 modelli e 2 cilindrate di 50 e 125 cc a 2 e a 4 tempi.
Le nuove Aprilia RX e SX da 125 cc (quattro tempi, Euro 4) impiegano le stesse sovrastrutture, telaio, motore e sospensioni, con la SX pensata più per la strada, con ruote da 17" gommate da pneumatici sportivi, mentre la RX 125 è invece più orientata all'off-road.
Per quanto riguarda le motorizzazioni da 50 cc, troviamo altri tre modelli denominati SX, SX Factory ed RX Factory spinti da un monocilindrico a due tempi di ultima generazione, raffreddato a liquido e con aspirazione lamellare, Euro 4.
Ad Eicma Aprilia ha anche presentato la RSV4 Factory Works con un nuovo kit in grado di incrementare la potenza del 4 cilindri a 215 CV e di ridurre il peso della moto di circa 10 kg.
Arrivano anche un nuovo serbatoio del carburante, un nuovo scarico e alcune parti in carbonio. Questo kit può essere ulteriormente arricchito con avanzate appendici aerodinamiche laterali, sviluppate da Aprilia in MotoGP.

Moto Guzzi Concept V85

Ad Eicma 2017 era anche presente Moto Guzzi che ha mostrato al pubblico la Concept V85; prototipo da cui deriverà una nuova gamma per festeggiare il centenario del 2021. La Casa di Mandello del Lario ha sviluppato una moto pensata in particolare per i lunghi viaggi spinta da un nuovo propulsore bicilindrico a V trasversale di 90° da 850 cc, raffreddato ad aria, con 80 CV di potenza massima. Interessante anche il design con i doppi fari ed il telaio verniciato di rosso. Ancora nessuna informazione invece sulla ciclistica.

Vespa Elettrica

Anche la Vespa diventa elettrica; ad Eicma arriva infatti il modello ad emissioni zero spinto da una Power Unit con una potenza continua di 2 kW e una di picco di 4 kW con prestazioni dichiarate superiori a quelle di un tradizionale scooter da 50 cc. Motore alimentato da una batteria agli ioni di litio ricaricabile in 4 ore tramite l'apposito cavo situato nel vano sottosella da collegare ad una normale presa elettrica oppure alle apposite colonnine sempre più diffuse nelle nostre città.
La Vespa Elettrica ha un'autonomia dichiarata di 100 km che raddoppia nella speciale versione X che utilizza un generatore (un motore endotermico 4 tempi) che si affianca al motore elettrico.
Su questo scooter debutta l'ultima versione del Vespa Multimedia Platform, una piattaforma utile a collegare lo smartphone a questo mezzo a due ruote che utilizza inoltre una strumentazione digitale con display TFT a colori. La nuova Vespa elettrica arriverà sul mercato nel 2018 e sarà prenotabile on-line a partire dalla prossima primavera.