L'Ecobonus Auto 2020 cambia ancora: spunta una fascia da 3.750 euro

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il nuovo Ecobonus Auto 2020 guadagna una quarta fascia da 3.750 euro. Scopriamo le novità.

speciale L'Ecobonus Auto 2020 cambia ancora: spunta una fascia da 3.750 euro
Articolo a cura di

Chi conosce il mondo di Harry Potter, per via diretta o perché ha figli o nipoti che sono cresciuti con il maghetto britannico, sicuramente ricorderà la citazione: "Tenete d'occhio le scale, a loro piace cambiare!", rivolta alle scale della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Perché abbiamo deciso di scomodare l'opera della scrittrice J.K. Rowling? Perché potremmo applicare la suddetta frase anche all'Ecobonus dedicato al mercato delle quattro ruote. Il recente Decreto Rilancio ha promesso un cambio sostanziale del provvedimento, aumentando le quote di sconto governativo per le auto elettriche/ibride plug-in e inserendo un piccolo contributo anche per le Euro 6 a benzina o gasolio. Ora però, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, scopriamo che è stata inserita anche una quarta fascia: scopriamo dunque i nuovi incentivi previsti dallo Stato, questa volta nella loro forma finale e ufficiale.

Le nuove fasce dell'Ecobonus

Per capire immediatamente quanto sconto possiamo avere su una nuova automobile dobbiamo guardare le emissioni di CO2: per le auto elettriche, con emissioni di CO2 comprese fra 0 e 20 g/km, non cambia nulla rispetto alle indiscrezioni delle ultime settimane, abbiamo 10.000 di sconto con rottamazione, 6.000 euro senza rottamazione. Per le auto ibride plug-in con emissioni comprese fra 21 e 60 g/km abbiamo 6.500 euro di incentivo con la rottamazione, 3.500 euro senza rottamare nulla. La novità riguarda le vetture, perlopiù ibride, con emissioni di CO2 comprese fra 61 e 90 g/km, che possono ora ottenere 3.750 euro con rottamazione, 2.000 euro senza. Le restanti ibride oppure Euro 6 a benzina e gasolio con emissioni comprese fra 91 e 110 g/km possono ottenere 3.500 euro con rottamazione, 1.750 euro senza rottamare nulla. Possiamo dunque notare come per le auto fra 61 e 90 g/km di emissioni ci sia stato un piacevole aumento di 250 euro in caso di rottamazione, mentre precedentemente avevamo un'unica fascia 61-110 g/km con 3.500 euro di incentivo rottamando una vecchia vettura inquinante.

Incentivi anche per infrastrutture di ricarica

Anche l'allocazione dei fondi è cambiata: adesso non c'è più una cifra generale rivolta a tutte le fasce ma delle soglie ben precise per ogni tipologia di vettura. Per le auto con emissioni da 0 a 60 g/km abbiamo 50 milioni di euro riservati, per la fascia 61-90 g/km abbiamo 150 milioni di euro, per la 91-110 g/km 100 milioni di euro, con in più 90 milioni riservati alle infrastrutture di ricarica. Quest'ultimo incentivo riguarda le "persone fisiche nell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni, nonché da soggetti passivi dell'imposta sul reddito delle società (Ires)" per l'installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, anche se il bonus non è cumulabile con altre agevolazioni governative dello stesso tipo. Tutto ciò che abbiamo riportato in questo articolo è valido fino al 31 dicembre 2020, per il 2021 ci sarà bisogno di nuove conferme e iniziative da parte del governo, nella speranza che possano arrivare nuovi fondi per il rinnovo del parco auto italiano. Nel frattempo vi rimandiamo a tutti gli speciali che abbiamo realizzato sull'Ecobonus, ovvero Quanto costano le 10 auto più vendute d'Italia con l'Ecobonus 2020? E ancora: 8 SUV Crossover da acquistare a meno di 18.000 euro col Bonus 2020, Cinque auto Euro 6 da acquistare a meno di 10.000 euro, Dieci auto ibride plug-in da acquistare con l'Ecobonus 2020 e Cinque auto elettriche da acquistare a meno di 15.000 euro.