Ecco come Autopilot di Tesla riconosce i semafori: il manuale ufficiale

Tesla sta per rilasciare un'importante novità, il riconoscimento dei semafori: ecco come funziona la feature in dettaglio.

speciale Ecco come Autopilot di Tesla riconosce i semafori: il manuale ufficiale
Articolo a cura di

Il 2020 sarà un anno fondamentale per la storia di Tesla, e non soltanto per il lancio della nuova Model Y, arrivata ai primi clienti proprio in questo mese di marzo 2020. Ancor prima di compiere il suo diciottesimo compleanno, la compagnia di Elon Musk vuole lanciare la Guida Autonoma completa, possibile grazie a un software ultra avanzato (ancora in sviluppo), alle 8 telecamere delle vetture Tesla e all'avanzato computer di bordo HW3 con doppio chip proprietario, già in dotazione alle vetture costruite a partire dalla primavera 2019 (i modelli con hardware più vecchio dovranno purtroppo ricorrere a un aggiornamento in officina per usufruire delle nuove funzioni). Proprio in vista della Guida Autonoma completa, anche detta in inglese Full Self Driving - FSD, Tesla ha usato gli ultimi anni per insegnare alle sue auto a rispettare i semafori, a procedere con luce verde (ora vedremo come) e a fermarsi con luce rossa.

Una feature ancora in versione BETA però già arrivata ad alcuni utenti, come vi abbiamo mostrato qualche giorno fa. Il riconoscimento dei semafori non è ancora una funzione ufficiale, lo sarà però molto presto, ad esempio @greentheonly (hacker esperto del mondo Tesla) è riuscito a mettere le mani sulle pagine di manuale che prossimamente saranno dedicate proprio ai semafori e ad Autopilot - che oggi andiamo ad analizzare in dettaglio.

Tesla e il riconoscimento semafori

In apertura, il manuale sottolinea - come detto anche da noi sopra - che il "Riconoscimento dei semafori e degli stop" è una funzione BETA (lo sarà ancora per diverso tempo, è un cavillo che serve anche a deresponsabilizzare in parte Tesla...), che funzionerà soltanto negli Stati Uniti (almeno inizialmente, del resto in Europa Autopilot è già abbondantemente castrato) e che si attiverà in automatico con Navigazione con Autopilot. Prima dell'utilizzo Tesla raccomanda di assicurarsi che le telecamere siano ben calibrate e non siano ostruite in qualche modo, poiché dipende da loro il corretto riconoscimento; è poi richiesta l'ultima versione delle mappe di bordo e l'attivazione manuale dell'opzione, che si trova all'interno del pannello Autopilot.
Ma come funziona esattamente la feature? Quando Autopilot rileva un semaforo, anche quando la luce è verde, il sistema mostra sul display una barra rossa mentre l'auto inizia lentamente a frenare, fino a fermarsi del tutto in caso di luce rossa.

Per percorrere in ogni caso l'incrocio basta dare un leggero colpetto di acceleratore, con la barra che da rossa diventa grigia e viene così ignorata da Autopilot - che riprende la velocità di crociera precedente. I primi tempi dunque la decisione se proseguire o meno spetterà al conducente, inoltre il manuale Tesla sottolinea che la funzione è valida solo per procedere dritti, Autopilot non è in grado di svoltare a un incrocio con semaforo né su Model 3, né su Model Y.

Collaborare con il sistema

Il manualetto ufficiale mostra anche una legenda per tutti i segni che possono apparire sul display. In caso di semaforo verde, l'auto in ogni caso frena leggermente: se premete sull'acceleratore, la vettura continua la sua corsa, altrimenti si ferma e la barra diventa rossa (siamo certi che questa modalità creerà non poca confusione i primi tempi di utilizzo, con numerose Model 3 e Y che si fermeranno a semaforo verde...). Esistono altri casi in cui si può forzare la marcia con l'acceleratore: nel caso in cui l'immagine sul display passi da verde a giallo o da rosso a verde. Con semaforo giallo o rosso, la vettura frena fino a fermarsi completamente in corrispondenza della barra rossa visualizzata sullo schermo; in questo caso sarà inutile forzare l'andamento della vettura premendo l'acceleratore, il comando verrà ignorato. Nel caso in cui la luce gialla o verde sia lampeggiante, l'auto tenderà a fermarsi nel caso in cui riconosca una linea di stop; nel caso in cui la linea fosse mancante, l'auto tenderà a procedere normalmente. A luce rossa lampeggiante, l'auto tende a fermarsi, in questo caso però potete forzare il passaggio all'incrocio premendo l'acceleratore.

Nel manuale poi ci sono anche alcuni esempi di incrocio, per far capire al conducente come l'auto si comporta in determinate situazioni. Si tratta di un vero e proprio assaggio di guida autonoma, anche se molto è ancora delegato al conducente per sicurezza. Questa pagina di manuale "trafugata" inoltre ci ricorda una cosa fondamentale: prima di utilizzare sistemi di assistenza alla guida così avanzati è necessario STUDIARE tutte le caratteristiche, così da non farsi trovare impreparati in fase di guida. L'utilizzo scorretto di un dispositivo come Autopilot può mettere a repentaglio sia la nostra stessa incolumità che quella degli altri automobilisti. Al di là delle raccomandazioni, di cui il manuale Tesla è ovviamente pieno, siete pronti a fidarvi della Guida Autonoma in arrivo?