Dagli incentivi salva-bebé alle buche di Roma: le novità della Manovra

Il Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli ha pubblicato tutte le novità della nuova Manovra approvata al Senato, le novità per gli automobilisti.

speciale Dagli incentivi salva-bebé alle buche di Roma: le novità della Manovra
Articolo a cura di

Nella notte tra sabato 22 e domenica 23 dicembre, il Governo ha ottenuto la fiducia sulla Legge di Bilancio 2019 che, in via ormai definitiva, tornerà alla Camera, diventando poi legge. Il Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli ha scritto su Facebook un lungo post in cui riassume tutte le novità della manovra, molte delle quali riguardano proprio noi automobilisti, vediamo ogni singola proposta nel dettaglio.
Come ben sappiamo, è stato confermato l'Ecobonus per l'acquisto di auto elettriche e ibride: fino a 6.000 euro per chi rottama la propria auto inquinante, inoltre ci saranno detrazioni fiscali per l'installazione di colonnine elettriche a uso privato. Nel mirino della Manovra anche la manutenzione delle strade, con 10 milioni di euro in due anni per la messa in sicurezza degli svincoli delle tangenziali nei capoluoghi di provincia.
Sono stati inoltre stanziati "250 milioni di euro su più anni per la messa in sicurezza o il totale rifacimento, dove serve, dei ponti sul fiume Po". In più 1,5 milioni di euro raggiungeranno le casse della Regione Lombardia per un "rapido ripristino del Ponte San Michele, tra Calusco e Paderno D'Adda, e il potenziamento del Tpl di zona".

Incentivi salva-bebé

La nuova legge promette poi di adeguarsi alla nuova micromobilità elettrica, che coinvolge anche i monopattini elettrici di nuova generazione, a oggi senza un confine operativo chiaro: il Ministro ha assicurato il via alla sperimentazione in merito, anche se non abbiamo dettagli aggiuntivi.
I genitori saranno poi contenti di sapere che il Governo ha introdotto degli incentivi per l'acquisto dei dispositivi salva-bebè sui seggiolini auto, che presto saranno obbligatori come abbiamo ricordato più volte: per questo scopo arriveranno 2 milioni di euro nel biennio 2019-2020.
Altri incentivi riguarderanno l'assunzione di giovani conducenti nell'autotrasporto e sgravi per le spese di abilitazione professionale, oltre a 5 milioni di euro al Fondo per l'accessibilità e la mobilità delle persone con disabilità.

Missione buche

Migliorie in arrivo anche per il trasporto pubblico nazionale, soprattutto per la Capitale, città che forse più di altre ha bisogno di aiuti economici per migliorare la propria mobilità: a Roma arriveranno 145 milioni di euro in tre anni, utili alla manutenzione straordinaria e al potenziamento delle tre linee di metropolitana attualmente esistenti, mentre a Milano i milioni saranno 900 spalmati in 9 anni per la M5.
A Roma ulteriori fondi interverranno sull'emergenza buche, negli ultimi anni sotto i riflettori di stampa e cittadini: arriveranno 60 milioni di euro in due anni, più altri 15 milioni in tre anni per l'acquisto di mezzi per il ripristino del manto stradale.