Conviene comprare un'auto usata Euro 5 o Euro 6 nel 2022? Fate attenzione

Sul mercato dell'usato ci sono parecchie auto Euro 5 ed Euro 6 ancora molto valide, bisogna però fare attenzione ai blocchi della circolazione.

Conviene comprare un'auto usata Euro 5 o Euro 6 nel 2022? Fate attenzione
Articolo a cura di

Il mondo dell'automotive sta vivendo un momento unico della sua storia. A causa della Pandemia da Coronavirus e la successiva crisi dei chip, acquistare una nuova auto è una vera impresa; non tanto per l'ordine ma per la consegna, che ormai avviene in media fra i 7 e i 12 mesi dopo la stipula del contratto. Ergo se avete bisogno di una nuova vettura nell'immediato avete solo una possibilità: rivolgervi al mercato dell'usato. Sono milioni gli italiani che si stanno affidando all'usato proprio per aggirare la crisi dell'automotive, oltre che per risparmiare qualche soldo, cosa che ha determinato un aumento generale dei prezzi e una penuria di modelli disponibili.

Trovata un'occasione è meglio approfittarne subito senza esitare troppo, altrimenti qualcun altro ci soffia la vettura da sotto al naso. Oggi però vogliamo occuparci di una questione correlata, perché si corre il rischio di acquistare un usato che ha già "una data di scadenza", a causa dei blocchi stradali già previsti per legge in materia di emissioni di CO2. Andiamo dunque a vedere quale vettura usata conviene davvero comprare e quali certificazioni sono invece da evitare.

Conviene comprare nel 2021 un Euro 5 usato?

Partiamo col dire che se vivete lontano dai grandi centri abitati, magari in provincia, i problemi sono decisamente minori e anche un diesel o un benzina Euro 5 può andar bene per gli anni a venire.

L'allarme rosso scatta soprattutto in prossimità di città come Milano, Torino e Roma. Nel capoluogo lombardo i veicoli Euro 5 possono ancora circolare nella cosiddetta Area B, dall'1 ottobre 2022 però anche queste auto verranno escluse dalla circolazione. Significa che se acquistate oggi un Euro 5 per circolare (anche) dentro Milano, fra meno di un anno dovrete cambiare di nuovo vettura. A Torino tutto dipende dai livelli di allerta smog. Ne esistono tre e già al superamento del secondo livello (rosso) la circolazione diventa vietata anche ai veicoli Euro 5 - che devono rimanere fermi dalle 8 alle 19. Con il livello 3 le Euro 5 non possono muoversi dalle 7 alle 20, rischiate dunque di dover utilizzare la vostra vettura a singhiozzo, davvero poco conveniente se vi serve tutti i giorni in modo continuativo.

A Roma i diesel Euro 5 possono ancora circolare, anche in questo caso però possono scattare blocchi random dopo 8 giorni consecutivi di livelli pericolosi di smog; in questo caso l'accesso alla ZTL Fascia Verde è estromesso. L'esperienza dunque potrebbe essere disastrosa, per non parlare del valore dell'auto destinato a crollare mese dopo mese proprio a causa di queste limitazioni.

Meglio comprare un usato Euro 6?

Sulla certificazione Euro 6 bisogna aprire un'altra parentesi, poiché il caso va studiato con cura. Si tratta di uno standard abbastanza recente e questo potrebbe indurre molti automobilisti a pensare di essere al riparo dai guai, invece non è così - almeno per il diesel.

A Milano la situazione più complessa: una vettura diesel euro 6 acquistata dopo il 31 dicembre 2018 non potrà circolare a partire dall'1 ottobre 2025. Dall'1 ottobre 2028 invece scatta il blocco per i veicoli diesel Euro 6 acquistati entro il 31 dicembre 2018. Infine dall'1 ottobre 2030 verranno bloccati tutti i diesel Euro 6 indistintamente, anche gli ultimi Euro 6D ed Euro 6D Temp (nonostante i motori Euro 6D Temp siano a basse emissioni). A Roma i diesel Euro 6 vengono fermati in giornate di smog eccessivo, anche qui dunque si rischia l'utilizzo a singhiozzo. Queste particolari auto possono aspirare a una vita leggermente più lunga delle Euro 5, nelle grandi città resta in ogni caso un azzardo acquistare ora un Euro 6 a gasolio.

Evitiamo del tutto di creare un paragrafo apposito per le Euro 4 perché sono già bloccate in molte città. A Milano quelle prive di filtro antiparticolato sono ferme dall'11 gennaio 2021, inoltre ci sono già stati blocchi totali in intere regioni, pensiamo al Piemonte, all'Emilia Romagna e al Veneto, dove è necessario acquistare assolutamente una certificazione più recente. Questo inoltre è solo il quadro attuale, nei mesi a venire potrebbero arrivare ulteriori blocchi e limitazioni, dunque la scelta dell'auto usata è al momento particolarmente complicata.

Informatevi bene sui limiti già esistenti o previsti, calcolate inoltre il rischio dell'arrivo di nuovi blocchi futuri a livello regionale - che potrebbero dunque riguardarvi anche se non vivete nei grandi centri. Con una vettura Euro 6D Temp fareste un investimento più a lungo termine, anche se una Full Hybrid, Plug-in Hybrid o 100% elettrica vi metterebbe maggiormente al riparo (per saperne di più: come acquistare un'auto ibrida) - a fronte però di una spesa superiore e di una ricerca più "avventurosa", visto che sono alimentazioni che difficilmente si trovano sul mercato dell'usato.