Auto elettriche e autonomia: Top e Flop 10 secondo l'EPA

L'EPA ha testato decine di auto elettriche e InsideEVs le ha classificate in base al loro range: scopriamo le EV con più e meno autonomia.

Auto elettriche e autonomia: Top e Flop 10 secondo l'EPA
Articolo a cura di

Quando si acquista un'auto tradizionale a benzina o a gasolio, raramente la scelta viene influenzata dai chilometri che è in grado di fare con un pieno di benzina. Certo si fa attenzione ai consumi dichiarati, qualcuno più pignolo controlla i litri del serbatoio, l'autonomia generale però è molto influenzata dallo stile di guida del conducente, dunque è un dettaglio parecchio "volubile". Inoltre, nel momento del bisogno, per un pieno occorrono pochi minuti, dunque l'autonomia è un dettaglio che perde relativamente importanza.
Lo stesso accade con le auto elettriche, in questo caso però è fondamentale avere quantomeno una stima iniziale, così da capire quanta strada è in grado di percorrere un determinato modello con un pieno di energia - visto che esistono batterie di diversa grandezza, motori più e meno energivori e pochissime colonnine di ricarica pubblica, che hanno bisogno di tempo per riportare la carica al massimo, l'operazione non è veloce quanto un rifornimento di benzina.

Ecco dunque che i produttori hanno trovato un nuovo campo di battaglia, fatto di batterie sempre più capienti e affidabili, powertrain sempre più efficienti e caricatori di bordo in grado di supportare sempre più kW. Andiamo dunque a scoprire quali sono le auto elettriche con più e meno autonomia del mercato, dando un'occhiata ai dati ufficiali dell'EPA americana.
Si tratta dell'ente che controlla consumi ed efficienza dei veicoli negli Stati Uniti, dove gli standard sono diversi dai nostri e le autonomie risultano leggermente differenti dal ciclo WLTP ma non di molto; nonostante questo i modelli di cui parleremo vengono venduti anche in Europa e la classifica creata da InsideEVs USA può essere in qualche modo adattata al vecchio continente. Non indugiamo ulteriormente dunque.

Le auto elettriche con più e meno autonomia in assoluto

Guardando la classifica stimata dal magazine americano, che non ha fatto altro che riordinare i dati ufficiali EPA, scopriamo come negli USA la vettura con meno autonomia in assoluto sia la Mazda MX-30 con 161 km.

Quasi ci piange il cuore a vedere il crossover compatto giapponese in questa infausta posizione, anche noi però durante la prova della Mazda MX-30 ci siamo visti costretti a criticare la vettura, troppo energivora e per nulla bilanciata, riscontrando per l'appunto circa 170 km nell'uso misto. Il produttore dovrà dunque rivedere del tutto il suo progetto, così come dovrà fare il Gruppo BMW: la sua MINI Cooper SE è seconda nella Flop 5, con 183 km di autonoma nel circuito misto. La lista continua poi con la Nissan LEAF S con batteria da 40 kWh, con 240 km, con la BMW i3s e la BMW i3, entrambe ferme a 246 km. Volendo estendere il tutto a una Flop 10, avremmo anche la Hyundai Ioniq Electric (da non confondere assolutamente con la nuova Hyundai Ioniq 5 che abbiamo provato), e un poker Porsche: Taycan 4S, Taycan, Taycan Turbo S e Taycan Cross Turismo Turbo S (per saperne di più: abbiamo guidato la Porsche Taycan Cross Turismo nel nord della Francia). Come potete vedere, la lista è enorme e potremmo continuare ancora per molto, per ottimizzare la lettura però salteremo alla Top 10.

Le migliori auto elettriche del mercato, almeno dal punto di vista dei km che possono percorrere con un pieno di energia, sono tutte Tesla, Rivian e, a sorpresa, Lucid. Lucid ha rilasciato da poco la sua incredibile Air Dream Edition, che dal punto di vista dell'autonomia sta sbaragliando davvero tutti (e questa classifica conferma come la Lucid Air sia migliore anche della Tesla Model S). Secondo i dati EPA la Air DE occupa le prime 6 posizioni, davvero incredibile, davanti alla Model S Long Range di Tesla, il Rivian R1T e la Tesla Model S Plaid. La Lucid Air Dream Edition Range è capace di percorrere circa 837 km con una carica ed è appena diventata la BEV da battere.

Certo la Lucid Air Dream Edition vanta un'enorme batteria da 113 kWh, la seconda più grande dell'intero mercato, mentre il Rivian R1T Max Pack si è guadagnato la Top 10 grazie alla sua mastodontica batteria da 180 kWh, davvero un accumulatore fuori misura. Bisogna invece fare un plauso particolare agli "outsider" di questa classifica, che pur avendo una batteria pari o inferiore a 60 kWh hanno comunque ottenuto risultati eccellenti, dimostrandosi molto efficienti. Fra questi troviamo la Tesla Model 3 Standard Range Plus, che con circa 60 kWh è in grado di percorrere 423 km, la mitica Hyundai Kona Electric aggiornata quest'anno con 64 kWh e 415 km, la Kia Niro EV, con 64 kWh e 385 km.

Anche la Nissan LEAF e+ S non si comporta male con i suoi 62 kWh e 364, anche se la Renault Zoe fa decisamente meglio: con 52 kWh riesce a coprire tranquillamente i 400 km (come vi abbiamo raccontato nella nostra prova della nuova Renault Zoe E-Tech), anche se non la trovate in lista poiché l'EPA ha analizzato solo le vetture commercializzate negli USA - e Renault con la sua elettrica tutto pepe non ha ancora fatto il grande salto. Per lo stesso motivo non trovate la Peugeot e-208 e la Opel Corsa-e, tanto per ricordarne due, così come la Honda E non ha mai raggiunto il Nord America - anche se avrebbe seriamente rischiato la Flop 10...! A fronte di questi risultati, quale elettrica terrete d'occhio?