10 qualità del SUV Ford Mustang Mach-E che dovete conoscere

Scopriamo 10 aspetti chiave, fra caratteristiche e curiosità, del nuovo SUV elettrico Ford Mustang Mach-E, disponibile dal 2020.

speciale 10 qualità del SUV Ford Mustang Mach-E che dovete conoscere
Articolo a cura di

Gli ultimi anni di Ford non sono stati di certo una passeggiata, il brand americano si è fatto trovare forse impreparato all'arrivo del ciclone elettrico portato da Tesla e altri colossi come Volkswagen, che in Germania ha riconvertito interi impianti e programmato una famiglia completa di nuovi veicoli elettrici - che verrà inaugurata proprio fra qualche mese dalla Volkswagen ID.3. L'ovale blu ha investito molte delle sue energie nella creazione di veicoli ibridi, e su più livelli, pensiamo alla nuova Ford Puma Hybrid che nel 2020 era già la più venduta della sua categoria. Sempre nel corso di quest'anno la società americana "bilancerà l'universo" con la sua nuova Mustang Mach-E, una vettura destinata a fare storia, non solo perché è la prima 100% elettrica di Ford ma anche per via della coraggiosa scelta del nome Mustang.
Dalle classiche muscle car il "badge" è ora passato a un SUV/Crossover elettrico, uno stratagemma che ha fatto storcere il naso a molti appassionati ma che allo stesso tempo ha permetto all'ovale blu di trasmettere alla sua nuova creatura una lunga eredità di classe, energia e alte prestazioni. Andiamo dunque a scoprire 10 caratteristiche e curiosità della nuova Ford Mustang Mach-E, già ordinabile anche in Italia.

Velocità di ricarica, autonomia, sistema keyless

Per rispondere alla più spietata concorrenza, Ford ha dotato la sua Mach-E di una ricarica ad alta velocità. Bastano infatti 10 minuti di connessione presso una colonnina della rete IONITY per percorrere 93 km di strada. In totale questa Mustang elettrica promette fino a 600 km di autonomia nella variante con batteria al top della gamma, un range davvero ottimo per un veicolo di questa caratura, anche se bisognerà vedere quanto e come dosare l'acceleratore.
La nuova Mach-E può essere poi ordinata online: facendo tesoro della lezione impartita da Tesla, che infatti possiede solo pochi show-room sparsi per il mondo e permette l'acquisto delle auto esclusivamente "in linea", anche Ford ha deciso di far ordinare il suo SUV elettrico tramite un sito dedicato, dove è anche possibile personalizzarlo con vari optional.

Ford ha anche detto addio alle classiche chiavi, la Mustang Mach-E infatti si interfaccia con lo smartphone e basta avvicinarsi per aprire le portiere, allontanarsi per richiuderle. Si può tranquillamente tenere il cellulare in tasca o in borsa per accendere la vettura. La Mach-E è anche in grado di aggiornarsi over-the-air, senza fili, tramite internet, così da avere sempre le ultime novità in campo infotainment così come in merito alle tecnologie di assistenza alla guida, che possono essere migliorate via software.

Un'esperienza "Su misura"

Gli ingegneri Ford hanno poi riposto moltissima attenzione alla qualità musicale dell'auto, installando nella parte superiore del cruscotto una soundbar firmata B&O, un design che è valso anche un IF Design Award. La tecnologia dell'ovale blu ha toccato anche il tetto panoramico superiore totalmente in vetro, rivestito con una protezione a infrarossi che promette di mantenere l'abitacolo più fresco in estate e più caldo in inverno - con uno strato aggiuntivo che protegge dai raggi ultravioletti. A bordo della nuova Mustang Mach-E non poteva mancare neppure un sistema di riconoscimento vocale avanzato, basta ad esempio chiedere alla vettura "Indicami il miglior ristorante tailandese" per avere subito delle risposte dal sistema. Sistema che inoltre studia le abitudini dell'utente e personalizza l'esperienza, che diventa così "su misura".
A proposito di esperienza personalizzata, la Mach-E ha tre modalità di guida, Whisper, Active e Untamed, ognuna con dinamiche di guida specifiche collegate a esperienze sensoriali distintive, ad esempio a seconda del nostro mood possiamo cambiare le animazioni del pannello di controllo e l'illuminazione LED interna all'abitacolo.

Chiudiamo con due curiosità. Il "suffisso" Mach è apparso per la prima volta negli anni '60 con la Mach-1, una vettura che sembrava "potesse rompere la barriera del suono", come indicavano gli spot dell'epoca. Un badge pensato per caratterizzare le edizioni speciali della Mustang, che torna oggi per sottolineare il salto generazionale "elettrico" della Mach-E. Questa nuova Mustang è inoltre il primo progetto del Ford Team Edison, un nuovo ramo aziendale (l'ovale blu la definisce "un'azienda nell'azienda") creato appositamente per la mobilità elettrica. Il nome Team Edison è ovviamente ispirato al celebre inventore Thomas Edison, amico fraterno di Henry Ford e mente brillante, conosciuto anche come "l'uomo che illuminò il mondo". Può essere di sicuro un buon auspicio in un settore che sta affidando all'energia elettrica tutto il suo futuro.